Conto su di Lei
Conto su di Lei

Visions è un thriller paranormale di Kevin Greutert, interpretato da Isla Fisher, Anson Mount, Gillian Jacobs, Eva Longoria, Joanna Cassidy e Jim Parsons. La storia ci porta nelle campagne e nei vigneti silenti e inquietanti della California, dove Eveleigh si trasferisce con il marito. Eveleigh è incinta e approda in una casa nuova in cui fin da subito comincia ad essere preda di allucinazioni, rumori e visioni agghiaccianti. Suo marito David cercherà di dare un senso logico a questi fenomeni, preoccupandosi principalmente del suo stato mentale; ma Eveleigh comincerà a fare delle ricerche sui vicini, sulla casa e sulla storia di quel vigneto, tra irrefrenabili sospetti e pulsanti paranoie.

Visions è un film sull’isolamento, sulla crisi nervosa di una donna che si trova ad essere succube di visioni deliranti di cui lei ignora totalmente la natura e la causa scatenante. Il regista di Saw VISaw 3D – Il capitolo finale, realizza un film che pone la sua forza nell’ambiguità delle situazioni e dei personaggi, circondanti dal nulla, da campi nebbiosi e minacciosi che rendono perfettamente il clima interiore della protagonista.

Visions CInematographe

Visions: un film che si divide tra il thriller e il paranormale

Visions sceglie di usare uno strumento efficace e sottile ovvero mandare avanti una narrazione che si divide tra il thriller e il paranormale, generi che restano ben visibili e che si nutrono l’uno dell’altro, senza mai racchiudersi nello stesso spazio. La capacità di dare forma a due modi e stili di racconto riassume l’efficacia di un film che sa accattivare regalando motivi differenti per poter credere che ogni spunto demoniaco e ogni presenza, o visione, sia in un certo senso trascurabile e motivabile, dando enfasi e corpo alla strada che porta al thriller, ma d’altro canto non mancano attimi di grande trepidazione in cui inevitabilmente l’horror soprannaturale si riappropria delle scene, dominando la struttura narrativa.

Isla Fisher porta su di sé buona parte della credibilità del film, non cadendo nella trappola dell’overacting ma allo stesso tempo non riuscendo sempre a convincere in alcune scene, dopotutto nella sua carriera ha potuto confrontarsi con generi differenti, per affinità di forma ricordiamo Animali Notturni, in cui ha dato prova del suo carisma, realizzando un’interpretazione sicuramente più valida. In Visions a volte la Fisher viene oscurata dalla bravura e dalla presenza di alcune sue colleghe che riescono a ricondurre l’attenzione su di loro, come Gillian Jacobs e Joanna Cassidy, due personaggi determinanti e a loro modo improbi.

Nel film inoltre non si può ignorare il sottotesto satanico che pervade i personaggi vicini alla protagonista, come in Rosemary’s Baby, in cui la presenza di una setta che tenta di ordire un complotto a danni della donna sembra poter essere reale, ma ovviamente non c’è storia che tenga, come non c’è paragone che tenga.

Visions Cinematographe

Visions: il Blu-Ray targato Midnight Factory

Kevin Greutert dirige un film che ha sicuramente spunti interessanti, tra cui la maternità legata alla nevrosi, allo stress, in questo caso largamente sollevato dal trauma sottoposto alla protagonista, e non solo. Certo non si può dire che la trama non riveli falle considerevoli, legate soprattutto alla presenza di alcuni personaggi che si ritrovano ad essere delineati in modo grossolano e che non spostano una virgola nella coscienza della protagonista e ai fini della trama, donando solo un senso di smarrimento. Anche la componente paranormale a volte cede alla pressione che porta la pellicola verso i battiti finali, in cui il capovolgimento di alcune situazioni e lo svelamento del mistero che attanaglia la protagonista non risolve molti dei quesiti da cui ci si interroga da inizio film.

Visions è disponibile in una edizione limited edition da collezione in Blu-Ray targato Midnight Factory. L’home video in questione si distingue per un’edizione molto curata, con un booklet che contiene informazioni e recensioni del film, immagini e uno slipcase notevole. Il video è in formato 16/9 (2.35:1) e scorre senza imperfezioni, con un’impressionante nitidezza e ottimi colori, che rendono ancor più inquietanti le scene. L’audio è disponibile in Italiano – 5.1 DTS-HD e Inglese – 5.1 DTS-HD, e scorre in modo definito, senza sbavature o imprecisioni determinanti. Sono presenti sottotitoli in italiano e a livello di extra troviamo invece solo il trailer del film. Un’ottima nuova edizione curata da Midnight Factory, che non può mancare nella collezione degli amanti della settima arte.

PANORAMICA RECENSIONE
Film
Video
Audio
Extra