Operazione U.N.C.L.E: recensione

Guy Ritchie ritorna al cinema con Operazione U.N.C.L.E., adattamento cinematografico della serie televisiva omonima andata in onda tra il 1964 e il 1968. Si tratta di una spy story con protagonisti Henry Cavill (Napoleon Solo) e Armie Hammer (Illya Kuryakin), due agenti speciali, rispettivamente americano e russo, che si trovano a dover collaborare per risolvere un caso di importanza mondiale. Per portare a buon fine la missione saranno costretti a mettere da parte le passate ostilità, dovute principalmente alle loro nazionalità.

Ci troviamo negli anni in cui la Guerra Fredda raggiunge il suo apice, soprattutto per le ostilità tra America e Unione Sovietica: per questo motivo i due agenti, costretti a lavorare uno in difesa dell’altro, cercano di far vedere quanto il proprio modo di lavorare sia il più efficace, il più preciso e professionale. Una serie di gag, anche surreali (o demenziali) vertono proprio su questo tema, cercando di mettere in evidenza come la troppa convinzione della propria superiorità porti a complicare una situazione di lavoro già difficile. Riusciranno i due agenti speciali a mettere da parte il loro “amor di patria” e a collaborare in un periodo di totale ostilità tra le loro nazioni?

Henry Cavill e Armie Hammer in una scena del film

Henry Cavill e Armie Hammer in una scena del film

Per facilitare la rischiosa missione che devono portare a termine, gli agenti viaggiano sotto copertura e per far questo hanno bisogno di Gaby Teller (Alicia Vikander), la figlia di uno scienziato tedesco scomparso. Sarà così che Napoleon diventerà uno studioso di arte greco-romana e Illya il nuovo fidanzato di Gaby. Una volta scoperti i propri ruoli si può dare inizio alla messa in scena e viaggiare verso Roma, la città in cui la temuta, affascinante e ambiziosa Victoria Vinciguerra (Elizabeth Debicki) sta portando avanti l’operazione più temuta della storia.

la squadra sotto copertura

la squadra sotto copertura

Le difficoltà sono dietro l’angolo, soprattutto quando non si ha idea delle persone di cui potersi fidare e di quelle che giocano nella tua stessa squadra. Ma con il fascino dei due protagonisti tutto diventa una questione di stile. Operazione U.N.C.L.E. è un film a metà strada tra azione e commedia, una classica spy story con due affascinanti agenti pronti a salvare il mondo ad uno schioccar di dita. Lo spettatore si trova a ridere sulla demenzialità di alcune battute e di alcune scene purtroppo prive di novità e originalità. Risulta un film piacevole da guardare al cinema per sfuggire dal caldo estivo per coloro che non hanno grandi pretese.

Operazione U.N.C.L.E. vi aspetta nelle sale italiane dal prossimo 2 settembre, distribuito da Warner Bros. Pictures.

Giudizio Cinematographe

Regia - 3
Sceneggiatura - 3
Fotografia - 3
Recitazione - 3
Sonoro - 3
Emozione - 2.7

3

Voto Finale

Articoli correlati