L’Allieva: anticipazioni della fiction su Rai 1 con Alessandra Mastronardi

Alessandra Mastronardi è L’Allieva Alice Allevi nella nuova fiction in onda su Rai1 da martedì 27 settembre alle 21,15.
La serie in sei puntate, diretta da Luca Ribuoli e tratta dai primi tre romanzi della scrittrice Alessia Gazzola – L’Allieva, Un segreto non è per sempre e Sindrome da cuore in sospeso – ci coinvolge in un racconto intriso di romanticismo in cui, accanto alle preoccupazioni di una specializzanda in medicina legale, si fanno largo omicidi e casi da risolvere.

La Mastronardi in L’Allieva ritrae una comune studentessa dei nostri giorni, afflitta dagli interrogativi sul futuro, impelagata in studi che richiedono rigore e disciplina, ma che la vedono così disadatta perché troppo intuitiva, pasticciona, imbranata, sognatrice e inaffidabile.

Alice, però, ha dalla sua una grande forza di volontà e riesce altresì a instaurare una spiccata empatia con le vittime. Questa è la sua marcia in più, il tratto caratterizzante che la rende speciale agli occhi dello spettatore; speciale perché in fondo così simile a molti di noi (vi abbiamo già parlato delle donne imbranate al cinema, giusto? Consideratela una di loro, ma sul piccolo schermo!).

È stato detto durante la conferenza stampa: “È sempre un piacere partire da personaggi così ricchi come quelli di Alessia Gazzola. Questa serie rinnova, insieme ad Endemol, il volto delle classiche fiction Rai, che a prodotti come Provaci ancora prof accosta una serie sugli specializzandi. La protagonista affronta la vita fuori dai soliti cliché, ricalcando le aspettative delle ragazze di oggi. Abbiamo affidato la regia a Luca Ribuoli, che è abituato a lavorare su questi progetti. È bello raccontare questa generazione che deve fare più fatica degli altri per affermarsi

L’Allieva: anticipazioni della prima puntata, in onda il 27 settembre su RaiUno

Alice Allevi ha 26 anni, è originaria di Sacrofano (dove vive tutta la sua famiglia) e frequenta presso l’Università di Roma l’ultimo anno di Medicina. L’ultimo esame che le manca? Quello di medicina legale. Pensierosa sul futuro che la attende, festeggia il suo compleanno in compagnia dell’intraprendente nonna Amalia (Marzia Ubaldi), il fratello Marco (Pierpaolo Spollon), mamma Susanna (Laura Mazzi) e papà Guido (Giuseppe Antignani), ma qualcosa accade durante la notte, un evento che scuoterà la sua famiglia ma soprattutto darà una svolta al suo futuro.

l'allieva

All’alba, infatti, una chiamata della nonna li avverte che la sua badante, Tamara, è stata trovata senza vita. Insieme a loro anche la polizia e il medico legale Claudio Conforti si precipitano nell’abitazione.
Qui Alice rimane folgorata dall’eleganza e dalla bellezza di Conforti (interpretato da Lino Guanciale); spinta dalla nonna si avventura insieme a lui per visionare il cadavere e, attratta dal suo charme, alla fine fa domanda di internato presso l’Istituto di Medicina Legale.

La protagonista si ritrova così a lavorare fianco a fianco con l’uomo che le fa battere il cuore e che la considera, suo malgrado, inadatta alla professione. Ma ciò non basta a farle perdere l’entusiasmo!

Nel suo nuovo percorso si imbatte in due fantastici compagni di corso, Lara (Francesca Agostini) e Paolone (Emmanuele Aita); nella sensuale e insopportabile Ambra (Martina Stella) che, nel suo voler sempre primeggiare ed essere al centro dell’attenzione, le ruba spesso e volentieri le attenzioni di Claudio Conforti; nella sadica e austera Professoressa Boschi (Giselda Volodi), vice-direttrice dell’Istituto meglio nota come “La Wally”, che fin dal primo momento nutre per Alice sentimenti di antipatia, causati ovviamente dal suo essere distratta, maldestra e inadeguata.

Nella prima puntata la missione di Alice sarà quella di capire chi ha ucciso Tamara e perché – anche se quello non dovrebbe essere il suo compito, bensì quello del vice questore Calligaris (Michele Di Mauro), come le rimprovera il suo mentore Claudio Conforti.
L’altra sua missione sarà quella di divincolarsi tra i vicoli sentimentali del suo cuore. Se da una parte, infatti, perde il fiato davanti a Conforti (che inizia altresì ad avere un atteggiamento ambiguo nei suoi confronti) dall’altra non può fare a meno di pensare ad Arthur Malcomess (Dario Aita), figlio del “Supremo” professore Malcomess (Ray Lovelock), pilastro dell’Istituto di Medicina Legale, che Alice conosce durante una sfilata di moda alla quale la invita il fratello Marco (fotografo e artista).

Arthur è un fascinoso giornalista che sogna di diventare reporter di guerra; un tipo dalla faccia pulita, forse meno oscuro di Claudio ma sicuramente meno in grado di dare alla fanciulla delle certezze su un futuro in comune. Chi sceglierà tra i due la nostra Alice?

Nell’esistenza della protagonista si avvicendano anche altri personaggi incalzanti, come la sua migliore amica Silvia (Chiara Mastalli): un avvocato dalla vita sentimentale molto attiva e che aborrisce le smancerie o la sua nuova coinquilina Yukino (Jun Ichikawa): una giovane ragazza giapponese che studia arte e letteratura, dall’animo gentile e sempre con qualche abilità improbabile per risolvere qualunque tipo di problema. Tra lei e Alice è subito feeling e, a quanto pare, anche con suo fratello Marco! 

Con L’Allieva, una produzione Rai Fiction realizzata da Paolo Bassetti e Massimo Del Frate per Endemol, il panorama televisivo italiano si arricchisce di una storia originale, slegata dai temi che la fiction italiana è solita trattare, in cui la nota caratterizzante del giallo si spegne con dolcezza tra gli intrighi amorosi e le difficoltà della vita quotidiana.

“Vi ringrazio di essere qui a celebrare il mondo di Alice Allevi. Ho conosciuto Alessia e mi sono innamorata del personaggio di Alice. Mi rendo conto di avere una responsabilità immensa perché Alice o si ama o si odia. Spero che la mia Alice possa essere amata quanto quella dei libri” – ha detto Alessandra Mastronardi durante la conferenza stampa.

Ha dichiarato l’autrice dei romanzi da cui è tratta la serie, Alessia Gazzola (che ha anche collaborato per la realizzazione del soggetto):

“Ho rivisto la prima puntata un centinato di volte. Questa è una storia senza ombre e Alessandra è la migliore Alice che io avessi potuto immaginare. Infatti nella stesura del nuovo romanzo mi sono ispirata alla serie”.

Di seguito la sigla de L’Allieva

Articoli correlati