Life & Beth: recensione della serie Disney+ con Amy Schumer

Life & Beth, la serie in onda sy Disney+ con Amy Schumer protagonista, si rivela un po' deludente.

Life and Beth ci ricorda che siamo fatti essenzialmente di una doppia rifrazione: del passato con le ferite che rimangono sulla pelle e i ricordi che conserviamo nel cuore; del presente dei nuovi incontri e delle nuove consapevolezze. Due intervalli che s’intersecano anche nella vita di Beth, la protagonista della nuova dramedy Disney+ Life & Beth, scritta e diretta da Amy Schumer, che accoglie la comica e attrice statunitense anche nel ruolo di interprete in un viaggio soprattutto interiore costellato di delusioni, storie d’amore finite male e situazioni che sfiorano il grottesco. La Beth del presente capisce che non vuole più essere una bottiglia lasciata al capriccio degli oceani, e, attraverso un ritorno al passato nel suo “posto delle fragole” ( inesauribile fonte di traumi ma anche dolce e rassicurante miscela di emozioni), va alla ricerca di se stessa, riflette sulle proprie idee, scelte, esperienze, per avere un futuro migliore e più consapevole. Con i suoi dieci episodi, la prima stagione di Life & Beth è disponibile per la visione su Disney+ dal 18 maggio 2022.

Life & Beth: dopo un lutto si cambia. Beth vive il dolore per ricominciare da zero

Con una serie di soggettive si fa assumere allo spettatore il punto di vista della protagonista Beth (Amy Schumer): una donna sui 40 anni, che vive a Manhattan, la cui vita appare quasi perfetta: è ammirata da tutte le persone con cui è cresciuta, guadagna molto bene come rappresentante di vini (mediocri) e da diverso tempo ha una relazione con un attraente uomo di successo. L’ insoddisfazione però traspare dagli occhi, dai silenzi, dalle digressioni inopportune con i clienti, quando, improvvisamente, il tragico incidente di sua madre cambia la vita di Beth per sempre e la costringe a confrontarsi con il suo passato nel momento in cui sta per avere una grossa promozione dalla sua azienda. Beth rivive in flashback la fase dell’adolescenza tumultuosa (con la giovane interpretata da Violet Young) e a poco a poco capisce come sia diventata la persona che è oggi, ma soprattutto chi vuole essere d’ora in poi. La cinepresa la insegue nel suo nuovo percorso fatto sempre di ostacoli, ma anche di cambiamenti e di nuove motivazioni mentre trova il coraggio di ripartire da zero e di imporre a se stessa un ruolo più importante di una semplice comparsata.

Life and Beth – Una stagione deludente con pochissima carne al fuoco

fe and beth cinem

Costruendo un’atmosfera intima e riflessiva, con una più evidente scrittura drammatica, in questo show seriale la Schumer rivede la sua cifra stilistica e risolve gli “stacchi marcati” presenti nella vita di Beth attraverso le scelte di montaggio. In Life & Beth la contaminazione tra passato e presente è positiva, perché solo dopo l’introspezione la protagonista comprende che la sua forza è il risultato di quello che ha superato e trova il coraggio di chiudere una relazione che non la sta portando da nessuna parte. Beth inizia a pretendere di più da chi le sta accanto. Capisce che il tempo dei rimpianti è finito e che il perdono è l’unico modo per superare il passato. Nel complesso Amy Schumer realizza (fra traumi, comicità solo accennata e accettazione) un prodotto con un ritmo lento e prevedibile che non spicca per originalità; la vincitrice dell’Emmy non ci fa vivere né nel presente né nel passato della protagonista, ma per lo più in una nostalgica terra di mezzo dominata dalla noia, perché Life & Beth è una stagione per lo più deludente e con pochissima carne al fuoco.

Regia - 2.5
Sceneggiatura - 2.5
Fotografia - 2.5
Recitazione - 2.5
Sonoro - 2.5
Emozione - 2.5

2.5

Articoli correlati