After Life: recensione della serie tv Netflix con Ricky Gervais

Se è vero che i vincenti si riconoscono alla partenza, allora After Life ha già vinto, perché conquista fin dai primi minuti.

After Life è una serie tv britannica disponibile su Netflix dall’8 marzo 2019, scritta, diretta e interpretata da Ricky Gervais.

After Life ci porta nella vita di Tony, un uomo che, dopo la morte della moglie Lisa, vive una profonda depressione. Tony è un giornalista, un uomo burbero, senza peli sulla lingua e che dice tutto ciò che gli passa per la testa, vive da solo con il suo cane e scrive per un piccolo quotidiano a diffusione gratuita. Il suo lavoro consiste nel cercare e scrivere di stranezze e simpatiche curiosità che accadono nella piccola realtà in cui abita, dove generalmente calma e tranquillità la fanno da padrone. Ma Tony non è più interessato a scrivere, a vivere: dopo la morte dell’amore della sua vita tenta anche il suicidio, ma gli occhi del suo cane lo riportano alla realtà. Tony sviluppa una corazza per cercare di proteggersi dalla sua grande sofferenza iniziando ad avere atteggiamenti scontrosi e a fare tutto ciò che vuole senza alcuna inibizione.

Ogni giorno Tony vede dei video di Lisa, uno in particolare realizzato da lei in ospedale. Lisa, sapendo quale sarebbe stato il suo prossimo destino, aveva registrato un video con il suo computer parlando direttamente a suo marito, a quel Tony che si sarebbe trovato solo, senza lei, cercando di fargli forza e consigliandogli di non abbattersi. Tony sia al lavoro che con suo padre è sempre particolarmente scortese e sgarbato. Anche se per lui questo atteggiamento è l’unico strumento di sopravvivenza, ben presto dovrà venire a patti con la realtà e, con l’aiuto dei suoi cari, proverà ad essere nuovamente una persona migliore.

After Life: la serie tv britannica scritta, diretta e interpretata da Ricky Gervais

After Life Cinematographe.it

After Life è una serie televisiva davvero sorprendente. Il comico e autore britannico, Ricky Gervais, scrive, dirige e interpreta un personaggio molto complesso. L’eccellente one-man show si è cucito addosso un ruolo che abita alla perfezione, con tutte le sue contraddizioni, ora grintoso, ora apatico, mostrando e attraversando le fasi del lutto, cosa che è difficile da raccontare, spesso, senza opacizzare la realtà dei fatti per necessità narrative. Invece qui questo non accade. Il periodo più difficile per una persona, ovvero quello che segue la perdita di una persona cara, quell’After Life a tutti gli effetti, è raccontato con un senso di verità straziante e commovente.
Tony quando perde Lisa si perde, a tutti gli effetti, non è più in sé. La sua dissoluzione è volontaria: è l’unico suo espediente per tentare di sentire meno il peso eccessivo della perdita e del vuoto che la morte di Lisa ha lasciato nella sua vita. Tony riesce ad essere scortese anche con suo padre, confinato in una casa di cura per anziani a causa, presumibilmente, dell’Alzheimer. Ma questo carattere, così burbero e arrendevole, non fa parte di lui e Lisa nel suo video gli ricorda quanto lui sia profondamente e realmente divertente, vivace e amorevole.

After Life è disponibile su Netflix

After Life Cinematographe.it
Il ruolo che Gervais ha scelto di incarnare non è assolutamente facile e l’attore britannico, nonostante le tante trappole che possono celarsi dietro determinate narrazioni, riesce a non cadere mai nei cliché o in facili pietismi. Al contrario, ciò che fa è avvicinare il suo sarcasmo piccato e la sua verve da stand-up comedian e ad unirle ad una pacatezza e una dolcezza che appartengono, più o meno velatamente, al suo personaggio. Questo crinale, che unisce e allo stesso tempo divide i due volti del suo ruolo, è ciò che più funziona di questa serie televisiva. Tony è un personaggio così triste, arruffato, comico e sardonico che è impossibile non volergli bene fin dalle prime scene.
Se è vera la frase di C’era una volta in America, ovvero che i vincenti si riconoscono alla partenza, allora si può ben asserire che Ricky Gervais con After Life convince fin dai primi minuti, regalandoci una performance intensa, commovente e divertente circondata da una storia drammatica e reale che vi farà venir voglia di una seconda stagione.
After Life è disponibile su Netflix dall’8 marzo 2019.
Regia - 3.5
Sceneggiatura - 4
Fotografia - 3.5
Recitazione - 4
Sonoro - 4.5
Emozione - 4

3.9

Tags: Netflix

Articoli correlati