Yvonne Strahovski non vuole cambiare il suo cognome per Hollywood

L'attrice australiana, ma polacca di origini, Yvonne Strahovski rivela di non aver voluto cambiare il proprio nome per renderlo più appetibile ad Hollywood.

Da leggere

Stasera in TV: tra i film da vedere anche Ve ne dovevate andare

Se non sapete cosa vedere stasera in TV, lasciate che sia la guida tv di Cinematographe.it a consigliarvi alcuni...

Mariangela Melato e quella grave malattia da cui pensava di essere guarita e che invece stroncò la sua vita a 71 anni

È stata una delle più grandi attrici del mondo del teatro italiano, ma è grazie al cinema che ha...

Miriam Leone si sposa e la foto postata poco prima delle nozze rivela tutta l’emozione e l’amore per il futuro marito [FOTO]

Il matrimonio di Miriam Leone, in data 18 settembre 2021, con il manager e musicista Paolo Carullo, era già...

Ecco perché l’attrice Yvonne Strahovski non vuole rendere il suo cognome più appetibile ad Hollywood

Intervistata da Collider l’attrice australiana, ma di origini polacche, Yvonne Strahovski ha spiegato perché all’inizio della sua carriera non ha voluto, come di consuetudine per i portatori di cognomi stranieri, cambiare la propria identità per venir “ricordata” meglio ad Hollywood. L’attrice la conosciamo grazie a serie TV come Chuck, The Handmaid’s Tale e Dexter, nonché alla recentissima nuova uscita Netflix intitolata Stateless, ma forse non tutti sanno che, in realtà, il suo vero cognome non è Strahovski bensì “Strzechowski”.

Yvonne Strahovski cinematographe.it

Il cognome da lei adottato, “Strahovski”, è simile alla pronuncia polacca del suo cognome di famiglia, ciò al fine di renderlo più facilmente pronunciabile, su suggerimento del produttore esecutivo di Chuck Josh Schwartz. Alla domanda se dover modificare il proprio cognome è stato un problema, l’attrice ha così risposto:

No, non è stato un grosso problema. Ed è divertente che tu lo abbia menzionato perché ci ho pensato proprio l’altro giorno. Se fosse ora, probabilmente non l’avrei fatto. Faceva parte della cultura di allora. Questa vecchia Hollywood pensa di anglicizzare un po’ di più il tuo nome o di renderlo meno complicato o più appetibile. Ma continuavo a pensare, se tutti possono superare lo scoglio Schwarzenegger e imparare a dirlo, allora sicuramente potranno imparare anche a pronunciare il mio nome. Non ho mai voluto cambiarlo, il che mi è stato suggerito. Ho optato per questa versione fonetica dell’ortografia. Sì, era una cosa culturale allora, che non penso che farei ora se dovessi iniziare la mia carriera in questo periodo. 

SourceCollider

Ultime notizie

Stasera in TV: tra i film da vedere anche Ve ne dovevate andare

Se non sapete cosa vedere stasera in TV, lasciate che sia la guida tv di Cinematographe.it a consigliarvi alcuni...

Articoli correlati