Versailles: la miniserie TV che ha dato scandalo proponendo una scena di sesso al minuto

La miniserie tv ambientata all'epoca di Luigi XIV ha scritto un record difficilmente eguagliabile

Versailles è stata una delle serie tv più chiacchierate: ad attirarle critiche le scene di sesso, ritenute eccessive

Sulla carta, una normale serie tv, tratta dalla vita di Luigi XV e della sua corte, in pratica… un amplesso senza fine. Fin dal lancio, Versailles, produzione Bbc, ha attirato parecchie attenzioni, nel bene e nel male. Ambientata al tempo del Re Sole, è una delle fiction con il maggior numero di scene di nudo mai realizzate. Solamente nella prima puntata, ci sono stati ben 17 minuti di nudità senza dialoghi o scene parlate.

Mminiserie Versailles

Girato dai francesi per un pubblico inglese, e interpretato dal britannico George Blagden, Versailles pare, però, prestare scarso riguardo agli eventi storici. Sul set hanno preferito concentrarsi sul sesso e lo testimonia un dato: gli autori hanno riprodotto una scena di sesso al minuto. Un primato difficilmente eguagliabile, che fa rientrare, di pieno diritto, il prodotto nel soft porno.

Il momento più sconcertante dell’episodio numero uno è quello di un nano intento a intrufolarsi nella gonna della regina, mentre, appena un minuto più avanti, l’attrice svizzera Noemie Schmidt, nel ruolo di Henrietta, emerge da una pozza d’acqua portando un negligée bianco trasparente. Un giro di lancetta ed ecco lei e il re rotolarsi nudi nel letto all’interno del palazzo francese. Insomma, un bombardamento incessante di contenuti a forte carica erotica.

George Lagden nel ruolo di Luigi XIV

La miniserie Versailles, composta in totale da 10 puntate, vede al centro il re donnaiolo e i fasti dell’epoca. Salito al trono ad appena quattro anni di età nel 1643, vi rimase fino alla sua morte nel 1715, circa 72 anni dopo.

Oltre ai fatti realmente accaduti, gli autori si sono pressi qualche licenza poetica, mentre gli attori hanno raccontato di aver provato non poco imbarazzo nelle scene di sesso. Chiunque ne abbia fatta una – ha confessato Blagden alla Bbc – sa che sono difficili da girare.

Leggi anche Peaky Blinders: il creatore della serie conferma l’arrivo di un film

Ultime notizie

L’altra donna del re: il film rispetta la realtà storica dei fatti? La storia vera dietro la finzione

Uno degli autori di narrativa storica più apprezzati e riconosciuti dell’epoca moderna è la scrittrice britannica Phillippa Gregory. Nel...

Articoli correlati