Universal Monsters: Alex Kurtman spiega il nuovo progetto della Universal

Da leggere

Andrea Delogu e la sua nuova fiamma dopo la separazione da Francesco Montanari: si tratta di un affascinante modello [FOTO]

Il cuore di Andrea Delogu torna a battere: dalle immagini emerge una forte complicità Andrea Delogu in love. Again. Dopo...

Stasera in TV: tra i film da vedere anche Ostaggi

Se non sapete cosa vedere stasera in TV, lasciate che sia la guida tv di Cinematographe.it a consigliarvi alcuni...

La casa degli spiriti: Eva Longoria protagonista dell’adattamento televisivo

Il celebre romanzo di Isabel Allende La casa degli spiriti diventerà una serie TV Eva Longoria reciterà nell'adattamento televisivo del...

Block title

La Universal Pictures ha intenzione di realizzare un vero e proprio Universo, simile a quello dei supereroi, che avrà come protagonisti i mostri classici della casa di produzione. Un comunicato stampa dello scorso anno descrive il progetto con due semplici espressioni: “epico di azione e avventura” e ” horror“. Stanno lavorando a questo reboot del classico franchise horror della Universal due sceneggiatori, Alex Kurtzman (Transformers) e Chris Morgan (Fast & Furious  franchise). Kurtzman, tra l’altro, sarà il regista del primo film della saga, previsto nel 2017: La Mummia.

Kurtzman, intervistato da Collider, sembra ottimista circa i progressi in fase di pre-produzione.

Stiamo creando l’universo dei mostri molto in fretta e siamo entusiasti. Ci saranno presto degli annunci. Abbiamo iniziato a fare molto lavoro di design, sceneggiature, sta venendo tutto molto molto bene. Non voglio portare sfiga dicendovi troppo, ma sta andando bene.

I fan sono stati inizialmente allarmati dalla descrizione del progetto come pieno di azione e avventura, preoccupati che sarebbe stato in linea generale abbandonando il genere horror, ma Kurtzman ha rassicurato tutti rivelando che saranno presenti elementi horror e dichiarando di comprendere il motivo per cui tanti fan sono rimasti sconvolti a ipotizzare che non ci sarebbe stato.

Si, penso che la risposta dei fans sia giustificabile…credo ci sia stato un fraintendimento nel modo in cui la notizia è stata recepita perché posso promettervi che ci sarà horror. Il nostro obiettivo è quello di fare un film horror. La parte difficile è combinare l’horror con l’avventura, la suspense o l’action e restare fedeli a tutti questi generi insieme. In qualche modo, La Mummia con Boris Karloff è stato il primo film a farlo. E’ stato il primo a combinare l’horror con, non direi proprio l’action, ma sicuramente con molta suspense. Quindi dipende da come mescoli i diversi elementi e resti fedele ad ognuno, ma ci sarà certamente dell’horror nei film dei mostri…noi speriamo buono e in quantità abbondante.

Infine, Kurtzman ha parlato del vantaggio di lavorare con scrittori del calibro di Noè Hawley (il creatore di FX Fargo), Aaron Guzikowski (Prisoners) e Ed Solomon (Now You See Me).

Vengo dalla televisione e ho frequentato le writers room e la cosa che ho imparato di più da quell’esperienza è che ci sono sempre una o due voci singolari, ma è bello quando si ha un gruppo di sceneggiatori, dotati ognuno del proprio di talento, che si uniscono per costruire un mondo. Ognuno di loro ha la propria incredibile carriera. Gli sceneggiatori sono stati accuratamente selezionati. Li ammiriamo tutti. Chris Morgan è il mio partner e abbiamo preso gente con cui abbiamo già lavorato, persone che ci piacevano davvero e di cui ammiriamo il lavoro, e gente che non conoscevamo. Abbiamo pensato a lungo a quali sceneggiatori fossero adatti per ciascun mostro. Cosi il nostro  è obiettivo è che ogni film conservi l’identità e l’individualità del mostro specifico, ma vedrete come inizieranno ad unirsi in un universo più grande quando i film usciranno.

Fonte:Collider

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Andrea Delogu e la sua nuova fiamma dopo la separazione da Francesco Montanari: si tratta di un affascinante modello [FOTO]

Il cuore di Andrea Delogu torna a battere: dalle immagini emerge una forte complicità Andrea Delogu in love. Again. Dopo...

Articoli correlati