Trieste Film Festival 2022: le date e le prime anticipazioni della nuova edizione, in presenza e online

La nuova edizione del Trieste Film Festival si terrà dal 21 al 30 gennaio.

Torna il Trieste Film Festival, in forma ibrida e con tante novità

Il Festival diretto da Nicoletta Romeo e Fabrizio Grosoli torna (anche) in presenza. La nuova edizione del Trieste Film Festival si terrà dal 21 al 30 gennaio. Diverse le sale cinematografiche dove poter assistere alle proiezioni: dal 21 al 27 sarà possibile vedere in anteprima i film presso i cinema Rossetti, Ambasciatori e Miela; mentre dal 26 al 30 ci sarà la possibilità di usufruire delle visioni in streaming, sempre sulla piattaforma MYmovies. La forma della nuova edizione è dunque ibrida, dopo a quella totalmente online dello scorso anno. Le prenotazioni sono già tantissime e gli organizzatori prevedono una grande affluenza di pubblico.

Il nucleo centrale del programma saranno sempre i tre concorsi internazionali dedicati a lungometraggi, cortometraggi e documentari, con una particolare attenzione al settore “Educational” dedicato a bambini, studenti e universitari. Ad aprire il Festival quest’anno sarà il film Quel giorno tu sarai (Evolution), diretto da Kornél Mundruczó e scritto da Kata Wéber, dopo al successo di Pieces of a Woman. Applaudito fuori concorso al Festival di Cannes, e in uscita nelle sale italiane il 27 gennaio, il film (fuori concorso a Trieste) racconta una vicenda di straordinaria intensità che parla di memoria e di identità, attraverso la storia di una famiglia che si confronta con l’eredità della Shoah. Tra i produttori esecutivi troviamo anche Martin Scorsese. Un’altra proiezione speciale fuori concorso sarà il nuovo lungometraggio di Ildikó Enyedi, altro importante nome del cinema ungherese, che chiuderà le proiezioni in presenza del festival con l’anteprima italiana di The Story of My Wife (Altre storie), un kolossal dei sentimenti presentato in concorso all’ultimo Festival di Cannes e interpretato da Léa Seydoux, Gijs Naber, Louis Garrel, Sergio Rubini e Jasmine Trinca.

In un’intervista rilasciata a Rai News la co-direttrice Nicoletta Romeo ha svelato quale sarà il focus di questa edizione 2022 dell’importante festival cinematografico, inaugurato nel 1989 a ridosso della caduta del muro di Berlino. “Le donne. Trieste Film Festival, dallo scorso anno, è nel segno delle donne dietro la macchina da presa. Sono tante le registe dell’Est Europa e vogliamo dar loro voce, quindi c’è una sezione, Wild Roses, che individua, ogni anno, un Paese diverso cui dedicare il nostro focus. I dati dell’audiovisivo sottolineano a livello globale le difficoltà dei progetti firmati da donne ad accedere ai finanziamenti, a prescindere dal valore artistico, e dunque ci è sembrato doveroso fare la nostra parte per valorizzare le registe europee attraverso una sezione ad hoc”.

Articoli correlati