Tiffany Haddish e l’accusa archiviata di abusi sessuali: “Ho perso tutto”

Una ragazza sotto pseudonimo di Jane Doe accusa Tiffany Haddish di abusi sessuali, dopo il ritiro dell'accusa la Haddish sostiene di "aver perso tutti i suoi lavori".

Tiffany Haddish, attrice e stand-up comedian, ha dichiarato di “aver perso tutto” dopo essere stata accusata di abuso sessuale su minori in un’accusa che è stata archiviata.
Lo scorso agosto, una donna di 22 anni con lo pseudonimo di Jane Doe, ha intentato una causa sostenendo che la Haddish e il collega comico Aries Spears avrebbero costretto lei e suo fratello di 15 anni a compiere atti inappropriati davanti alla telecamera quando entrambi erano bambini.
Gli avvocati della Haddish e di Spears hanno negato le accuse in dichiarazioni separate, e martedì 20 settembre, Jane Doe ha chiesto al giudice di archiviare la causa.

La comica Tiffany Haddish dopo l’accusa di abusi sessuali: “Non ho più un lavoro”

Leggi anche: Will Smith, Tiffany Haddish prende le sue difese: “È stata la cosa più bella che abbia mai visto”

Nonostante l’accusa sia stata ritirata, in un’intervista con TMZ Tiffany Haddish ha detto che la sua carriera è già stata danneggiata. Dopo che l’intervistatore ha commentato che l’intera esperienza dell’accusa dev’essere stata “stressante”, la comica ha ironicamente risposto “Credi davvero?“.
“Ho perso tutto”, ha continuato la Haddish. “Tutti i miei tour sono finiti. È tutto finito…. Non ho più un lavoro. Non ho più un lavoro, amico.
Secondo il suo IMDB, Tiffany Haddish ha due progetti che al momento sono in post produzione, mentre un altro progetto già concluso è in uscita. Non ci sono lavori futuri nella sua lista, né degli spettacoli dal vivo, secondo Ticketmaster.

Secondo i nuovi atti giudiziari ottenuti materdì 20 settembre, la Doe ha chiesto al giudice che presiede il caso di archiviarlo con pregiudizio, il che significa che il caso non può essere mai più riaperto. La Doe, in una dichiarazione, ha detto: “Io e la mia famiglia conosciamo Tiffany Haddish da molti anni e ora sappiamo che non farebbe mai del male a me o a mio fratello, né aiuterebbe nessuno a farci del male. Auguriamo a Tiffany tutto il bene possibile e siamo felici di essere riusciti a metterci tutto questo alle spalle.
La dichiarazione non ha fatto menzione di Spears, anch’esso ripulito da ogni accusa.

Il querelante aveva accusato la coppia di comici di “inflizione intenzionale di stress emotivo, colpa grave, abusi sessuali e abusi sessuali su minori”. La Doe ha sostenuto che quando lei aveva 14 anni e suo fratello – sotto pseudonimo di Jon Doe – ne aveva 7, sono stati costretti dalla Haddish a filmare una “scenetta comica” inappropriata.

Articoli correlati