Taylor Hickson denuncia la produzione di Ghostland per danni permanenti

Durante le riprese dell'indie horror Ghostland, la giovane attrice Taylor Hickson è rimasta vittima di un bruttissimo incidente che l'ha lasciata sfigurata sul lato sinistro del viso. Ora la ragazza sta chiedendo un risarcimento alla produzione

L’attrice Taylor Hickson è rimasta vittima di un terribile incidente sul set di Ghostland e adesso sta chiedendo i danni alla produzione. ATTENZIONE: Alcune foto presenti nell’articolo potrebbero urtare la sensibilità di alcuni lettori.

Taylor Hickson, mentre girava l’indie horror Ghostland in Canada, ha subito una gravissima ferita facciale quando si è schiantata contro una porta di vetro durante le riprese. Ora la ragazza ha intentato una causa contro la società di produzione del film, Incident Productions. Hickson, che aveva compiuto 19 anni pochi giorni prima dell’incidente, avvenuto nel dicembre 2016 a Winnipeg, Manitoba, mentre stava eseguendo “una scena carica di emozione” in cui il regista le aveva chiesto di battere sempre più forte sulla porta, con la sua faccia proprio accanto alla lastra di vetro, secondo la causa presentata venerdì.

Taylor Hickson Cinematographe

Nel corso delle riprese della scena, il regista [Pascal Laugier], ha detto più volte a [Hickson] di battere più forte sul vetro con i pugni”, afferma la causa. “Ad un certo punto durante le riprese della scena, e dopo esserle stato chiesto più volte di aumentare la forza con cui [lei] picchiava sul vetro, [lei] ha chiesto a uno dei produttori e al regista se era sicuro farlo. Il produttore e il regista hanno risposto entrambi in modo affermativo.

Mentre riprendeva un’altra scena, la causa afferma: “Il vetro si è frantumato, portando alla caduta della parte superiore del corpo di Hickson attraverso la porta di vetro frantumata. Come risultato dell’incidente, [lei] si è tagliata gravemente il lato sinistro della faccia ed è stata portata di corsa all’ospedale, dove ha ricevuto circa 70 punti”. Hickson ha raccontato a Deadline:

L’addetta alla scenografia mi teneva insieme il viso con dei tovaglioli in mano. Ha usato così tanti tovaglioli, c’era così tanto sangue.

Taylor Hickson Cinematographe

E il danno, dice, è durato a lungo. “Ha provocato immense quantità di insicurezze, conflitti, confusione, dolore, rabbia e tristezza il fatto che quello era il mio ultimo giorno di riprese sul set e che non siano state prese precauzioni”.

Deadline ha contattato i produttori per un commento ma non hanno ancora rilasciato alcuni dichiarazione. Il film è anche conosciuto come Incident in a Ghost Land e ironia della sorte, la key art per il film – che dovrebbe debuttare nei cinema nei prossimi mesi – presenta l’immagine spezzata e tagliata del volto di una giovane donna.

Taylor Hickson Cinematographe

“Da allora ha subito un trattamento che include un trattamento laser e un trattamento al silicone, ma oltre un anno dopo l’incidente, è rimasta con cicatrici permanenti sul lato sinistro del viso”, afferma la causa. “Non è noto in questo momento se qualsiasi ulteriore trattamento, compresa la chirurgia plastica, ridurrebbe l’aspetto visivo della lesione”. Hickson, che è apparsa in Deadpool prima dell’incidente, “era un’attrice impegnata e promettente nella molto competitiva industria cinematografica”, afferma la causa, ma “a causa dell’infortunio, ha perso reddito [durante] il periodo di tempo e non è stata in grado di agire mentre si riprendeva dal suo infortunio”.

Articoli correlati