Stephen Sondheim è morto: addio al leggendario compositore

Stephen Sondheim, amato e premiato compositore, paroliere e drammaturgo è morto a 91 anni. Tra poco sarà al cinema con West Side Story di Steven Spielberg.

Stephen Sondheim, leggendario compositore e paroliere di Broadway e Hollywood, è morto a 91 anni

Stephen Sondheim, l’amato e premiato compositore, paroliere e drammaturgo dietro a produzioni come Company, A Funny Thing Happened on the Way to the Forum, Into the Woods, West Side Story e Gypsy, è morto. Il premio Oscar è venuto a mancare venerdì 26 novembre nella sua casa di Roxbury, nel Connecticut, all’età di 91 anni. Il New York Times ha riportato per primo la notizia della sua scomparsa.

Tra i numerosi lavori di Sondheim ricordiamo anche Follies (1971), A Little Night Music (1973), Pacific Overtures (1976), Sweeney Todd (1979), Merrily We Roll Along (1981) e Sunday in the park with George (1984). Stephen Sondheim ha vinto Tony Awards per la migliore colonna sonora originale per Company, Follies, A Little Night Music, Sweeney Todd, Into the Woods e Passion, nonché come miglior testi per Company. Ha anche vinto otto Grammy durante la sua proficua carriera, oltre al premio Oscar per la migliore canzone originale con Sooner or Later (I Always Gets My Man), brano scritto per il film di Warren Beatty Dick Tracy.

Prossimamente le parole di Sondheim torneranno sul grande schermo grazie alla nuova versione di West Side Story di Steven Spielberg. Sondheim ha scritto i testi per il musical, mentre Leonard Bernstein ha lavorato alla colonna sonora.

Ultime notizie

The Illusionist – L’illusionista è una storia vera? Scopriamo chi era Eisenheim, il protagonista del film

Insieme a The Prestige e Scoop, è stato uno dei tre film del 2006 che hanno esplorato il mondo della magia. Stiamo...

Articoli correlati