Alcuni giorni fa, Stan Lee è stato accusato da diverse infermiere, dipendenti di una stessa società, di comportamenti disdicevoli e ora una nuova fonte ricorda un aneddoto che sarebbe avvenuto in un hotel di Chicago.

La donna sostiene che il manager di Stan Lee, in passato condannato per aver picchiato e ferito la moglie oltre che per aver messo le mani addosso a suo figlio, avesse prenotato una sessione di massaggio nella stanza d’albergo del fumettista. Al suo arrivo, la massaggiatrice avrebbe trovato entrambi ubriachi. In particolare, Lee sarebbe stato fuori controllo, palpeggiandola e chiedendole di fare sesso. A seguito del rifiuto, il co-creatore di Spider-Man avrebbe iniziato a masturbarsi durante il massaggio. La donna si sarebbe dunque lamentata dell’accaduto con lo staff del fumettista e avrebbe richiesto dei soldi; successivamente, sarebbero avvenuti diversi incontri per gestire la vicenda lontano dai riflettori.

La fonte aggiunge che “sebbene la gente possa pensare che Stan Lee sia un anziano gracile e fragile […] è molto forte per la sua età e ha ancora molto cervello.” I comportamenti dell’autore Marvel sarebbero andati avanti per anni e questo particolare episodio si sarebbe verificato prima che la moglie morisse. Sulle precedenti accuse, l’avvocato di Lee si è espresso negando tutto e affermando come non si trattasse altro che di un modo per estorcere altro denaro al suo assistito. Recentemente, al centro di accuse per molestie è finito anche il regista italiano Franco Zeffirelli, che si sarebbe reso colpevole di un episodio riprovevole sul set di Storia di una capinera.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie

Qualcosa è andato storto

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento...