Sophia Loren irriconoscibile nel film La vita davanti a sé: la trasformazione dell’attrice negli anni

Sophia Loren è stata la protagonista assoluta di interi decenni del grande cinema italiana: ecco come è cambiata nel corso degli anni.

Da leggere

Vaccini – 9 lezioni di scienza: recensione del documentario di Elisabetta Sgarbi

Il fatto che Vaccini – 9 lezioni di scienza di Elisabetta Sgarbi sia stato presentato a novembre 2020 al...

Love and Mosters 2 ci sarà? Cosa sappiamo sul sequel del film Netflix

Love and Monsters è tra le ultime apprezzate novità Netflix, diretto da Michael Matthews, con protagonisti Dylan O'Brien e...

Aquaman 2: Amber Heard si prepara per le riprese [FOTO]

L'inizio delle riprese di Aquaman 2 si avvicina sempre più! Amber Heard ha anticipato il suo ritorno nei panni di...

Chi ha già visto La vita davanti a sé su Netflix, si sarà accorto di quanto Sophia Loren sia cambiata radicalmente. Ambientato a Bari, il film narra le vicende di Madame Rosa, un’anziana donna sopravvissuta all’Olocausto che ospita bambini figli di prostitute. Su insistente richiesta da parte del suo fidato medico, il dottor Cohen, Rosa ospita Momo, un turbolento bambino, orfano e di origine senegalese. Ma come è cambiata l’attrice premio Oscar nel corso degli anni? Scopriamolo subito!

La trasformazione di Sophia Loren negli anni

sophia loren cinematographe.it

Sophia Loren, pseudonimo di Sofia Costanza Brigida Villani Scicolone, è nata a Roma il 20 settembre 1934, figlia di Romilda Villani, insegnante di pianoforte, e di Riccardo Mario Claudio Scicolone, affarista nel settore immobiliare. Quest’ultimo la riconobbe come figlia ma si rifiutò apertamente di sposare sua madre Romilda. In seguito, viste le condizioni economiche precarie, la Villani decise di tornare nella casa dei suoi genitori a Pozzuoli. Una città che la Loren ancora oggi definisce la sua vera e propria casa, in cui ha passato l’infanzia e i primi anni dell’adolescenza nella drammatica cornice della seconda guerra mondiale.

sophia loren cinematographe.it

Dopo la fine della guerra, Sophia Loren inizia a lavorare nel piano-bar allestito da sua nonna Luisa nel salotto di casa sua. Il suo compito era vendere liquori di ciliegia fatti in casa, badare ai tavoli e lavare le stoviglie. A quindici anni vinse il suo primo concorso di bellezza. Nel 1950 partecipa a Miss Italia dove venne eletta Miss Eleganza ed inizia a posare per fotoromanzi e fare le prime apparizioni cinematografiche come comparsa o in piccoli ruoli. Nello stesso conosce Carlo Ponti, suo futuro marito e padre dei suoi figli. Uno dei suoi primi ruoli importanti fu al fianco di Alberto Sordi, interpretando Cleopatra e quello di una sua sosia in Due notti con Cleopatra di Mario Mattoli nel 1953.

Negli anni ’60, la Loren ottiene il successo internazionale dividendosi tra il nostro paese ed Hollywood. Viene diretta da registi di primo ordine come Mario Monicelli, Ettore Scola, Dino Risi, Charlie Chaplin, e Sidney Lumet. Ma il nome più importante è quello di Vittorio De Sica con il quale gira otto film – spesso con Marcello Mastroianni – tra i quali ricordiamo Ieri, oggi e domani, Matrimonio all’Italiana. Con  La Ciociara di Vittorio De Sica conquista il Premio Oscar, la Palma d’oro a Cannes, il BAFTA, il David di Donatello e il Nastro d’argento.

A cavallo degli anni ’60 e ’70, Sophia Loren, dopo vari tentativi, diventa finalmente mamma di Carlo Jr. nel 1968 ed Edoardo nel 1973. È protagonista in La mortadella di Mario Monicelli, in La moglie del prete di Dino Risi, e in Il viaggio insieme a Richard Burton, in cui viene diretta per l’ultima volta da Vittorio De Sica.

sophia loren cinematographe.it

Negli anni ottanta, Sophia Loren partecipa a diverse produzioni televisive. Nel 1991 riceve il Premio Oscar alla carriera dalle mani di Gregory Peck, che a sua volta lo aveva ricevuto dalla Loren nel 1963. Sul palco, l’attrice ringrazia su tutti Vittorio De Sica e Federico Fellini, e anche all’interno della sua famiglia.

sophia loren cinematographe.it

Nel primo decennio del nuovo millennio, Donna Sofia prende parte a fiction di successo come Francesca e NunziataLa terra del ritorno, mentre al cinema ha ruoli piuttosto importanti in Nine di Rob Marshall, film pensato come un omaggio in versione musical a  di Federico Fellini.

Dopo oltre dieci anni di assenza sul grande schermo, decide di prendere parte nel ruolo di protagonista al film di suo figlio Edoardo Ponti, La vita davanti a sé. La pellicola sarebbe dovuta uscire nelle sale italiane, ma le restrizioni per l’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19 non lo hanno permesso. Attualmente è disponibile sulla piattaforma Netflix.

Leggi anche Qual è il patrimonio di Sophia Loren? Tutti i soldi di una delle attrici più amate di sempre

Ultime notizie

Vaccini – 9 lezioni di scienza: recensione del documentario di Elisabetta Sgarbi

Il fatto che Vaccini – 9 lezioni di scienza di Elisabetta Sgarbi sia stato presentato a novembre 2020 al...

Articoli correlati