Sesso, bugie e videotape cinematographe.it

Soderbergh ha scritto il sequel di Sesso, bugie e videotape in quarantena ed è ansioso di dirigerlo!

La quarantena è stata particolarmente produttiva per il regista Steven Soderbergh il quale, in un video live caricato su YouTube da Flaviar (azienda di alcolici), ha rivelato di aver scritto ben tre sceneggiature, relegato nelle sue mura domestiche a New York. Tra queste sceneggiature spicca l’inaspettato sequel di Sesso, bugie e videotape, film del 1989 vincitore della Palma d’oro al 42º Festival di Cannes, con protagonisti James Spader e Andie MacDowell. Il film narra le vicende di un uomo tormentato che videoregistra su cassette delle donne che discutono della loro vita e della loro sessualità. La sua vicenda si interseca con quella di una giovane coppia in crisi coniugale e della sorella più giovane di lei.

Durante la quarantena ho scritto più volte di quanto non abbia fatto dall’estate del 1985. Quando è avvenuto il lockdown qui a New York, per rimanere organizzato e sano di mente, ho deciso che avrei scritto, che dovevo tornare a scrivere. Nelle prime sei o sette settimane della quarantena ho terminato tre diverse sceneggiature: una era una riscrittura, una era un originale e una era un adattamento di un romanzo… l’originale era un sequel di Sesso, bugie e videotape. Un’idea che avevo in mente già da un po’ di tempo e ora penso di aver trovato il modo giusto per renderla al meglio. L’ho scritto e voglio realizzarlo.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE