Scott Speedman e quell’incidente al collo che lo trasformò da nuotatore professionista a star di cinema e TV

Un infortunio al collo ha spinto Scott Speedman verso il campo della recitazione. Prima di allora era un nuotatore professionista.

Da leggere

Alfredino Rampi: morto Angelo Licheri, il volontario che tentò di salvarlo

Angelo Licheri era uno dei volontari che tentarono di salvare il piccolo Alfredo Rampi dal pozzo artesiano nel giugno 1981 Si...

Strappare lungo i bordi: trailer e data d’uscita della serie di e con Zerocalcare

Strappare lungo i bordi è la prima serie d’animazione di Zerocalcare e sarà ambientata nell’ormai noto universo narrativo dell’autore Netflix...

Roma FF16 – Strappare lungo i bordi: recensione dei primi episodi della serie Netflix di Zerocalcare

Approcci diversi, stessa chimica. Zerocalcare presenta alla Festa del Cinema di Roma 2021 Strappare lungo i bordi, una serie...

Block title

La vita avrebbe potuto prendere una piega decisamente diversa per Scott Speedman. Come componente del Canadian Junior National Swim Team, spese la maggior parte dei suoi anni formativi allenandosi come atleta agonistico, giungendo peraltro nono nelle prove olimpiche del 1992. Ma al sopraggiungere di un infortunio, che ne stroncò i sogni sportivi, abbandonò le competizioni per seguire la strada della recitazione.

Scott Speedman: da nuotatore ad attore “grazie” a un infortunio

Scott Speedman a un galà

Sebbene l’aver ottenuto la parte da protagonista nella serie tv Felicity, di Matt Reeves e JJ Abrams (dove ha interpretato nientemeno che un ex nuotatore del liceo) lo abbia trasformato in un sex symbol, Scott Speedman – nato il 1° settembre 1975 – ha pubblicamente ammesso di non aver mai desiderato incarnare quel prototipo nel firmamento di Hollywood.

Difatti, sono i personaggi imperfetti a renderlo più entusiasta di un ruolo. Del resto, lui per primo sa esattamente come nella vita le sfide siano all’ordine del giorno e talvolta le cose non vadano nel verso giusto.

L’infortunio al collo, che ha messo fine alla carriera in vasca, è stato l’inizio di un qualcosa di nuovo per Scott Speedman. Allora subì una specie di lesione ai nervi. Secondo quanto dichiarato dallo stesso interprete, il medico lo definì un “esaurimento del braccio”, dettato dal sovrallenamento.

Le giornate erano decisamente intense. Dopo qualche anno, affrontato senza risparmiarsi mai, alla fine il suo corpo cedette. Ripensando a quell’episodio ritiene sia una delle cose migliori capitatagli.

Speedman Scott

Poi, casualmente, Scott Speedman si ritrovò in una scuola, piena di allievi di talento. Così decise di non voltarsi più indietro, ma di immergersi completamente nell’esperienza. Estese la propria cerchia sociale, uscendo con attori, e, spinto da un “capriccio”, sostenne un’audizione per un film.

Non ottenne la parte, ma il direttore del casting lo mise in contatto con una delle agenzie più affermate di Toronto, sotto la cui ala si è formato. E, come si suol dire, il resto è storia…

Leggi anche Camila Cabello e il brutto incidente durante la première di Cenerentola [VIDEO]

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Alfredino Rampi: morto Angelo Licheri, il volontario che tentò di salvarlo

Angelo Licheri era uno dei volontari che tentarono di salvare il piccolo Alfredo Rampi dal pozzo artesiano nel giugno 1981 Si...

Articoli correlati