Rust: FBI contraddice Alec Baldwin, la pistola non poteva sparare senza premere il grilletto

Anche l'FBI si esprime sull'incidente avvenuto durante le riprese di Rust, in cui ha perso la vita Halyna Hutchins.

Si riaccende il caso Rust, film durante la cui produzione perse la vita il direttore della fotografia Halyna Hutchins, colpita da un colpo di pistola partito dall’arma impugnata da Alec Baldwin. Negli ultimi mesi, le indagini sono proseguite e ora sull’accaduto si è pronunciata l’FBI, che ha rilasciato un report forense sul colpo esploso sul set del western.

Sin dall’incidente, Alec Baldwin ha sempre asserito di essere convinto, negli attimi precedenti alla tragedia, di avere in mano una pistola non caricata con veri proiettili. L’attore, in un’intervista rilasciata alla ABC con George Stephanopoulos, aveva anche dichiarato di non aver mai premuto il grilletto dell’arma, una Colt calibro 45. Tuttavia, secondo gli esperti dell’FBI, una simile pistola, con il cane in posizioni come quelle definite “quarter” o “half-cock” (ovvero non completamente tirato indietro), “non avrebbe potuto esplodere un colpo senza che il grilletto venisse premuto”. Allo stesso modo, con il cane tirato totalmente indietro, “non avrebbe potuto esplodere un colpo senza che il grilletto venisse premuto con i componenti interni intatti e funzionanti”.

Si avvicina l’udienza che vede Mamie Mitchell contro Alec Baldwin e i produttori di Rust

rust pistola alec baldwin fbi cinematographe.it

Il report dell’FBI contraddirebbe dunque quanto affermato da Baldwin e costituirà probabilmente una parte decisiva nelle indagini riguardanti l’incidente sul set di Rust. I rappresentanti dell’attore e di Hannah Gutierrez Reed, responsabile del controllo delle armi durante la produzione, non hanno ancora commentato quanto emerso dalle ricerche dell’FBI.

In seguito alla tragedia, le riprese di Rust sono state bruscamente interrotte e l’opinione pubblica si è presto divisa fra chi ha prontamente puntato il dito contro Alec Baldwin e chi ha preferito conferire alla star il beneficio del dubbio. Oltre a Hutchins, il colpo partito dall’arma dell’interprete ha colpito anche il regista Joel Souza, che tuttavia si è salvato dopo essere stato condotto all’ospedale. Baldwin e i produttori di Rust sono stati anche denunciati da Mamie Mitchell, script supervisor per il film che si trovava accanto a Hutchins durante l’incidente, con l’udienza che è stata recentemente posticipata al 28 settembre. Secondo Mitchell, sul set si sarebbero verificati episodi di negligenza e, a suo dire, la scena che Baldwin stava provando non prevedeva che facesse fuoco con una pistola.

Leggi anche Alec Baldwin: lo sfogo della moglie Hilaria, incinta per la settima volta: “Sento il mio corpo rallentare”

Fonte: Deadline

Articoli correlati