Quentin Tarantino accusato di essere un feticista: il regista si difende

Quentin Tarantino affronta l'accusa di essere un feticista.

Da leggere

Elle – Isabelle Huppert e quella sconvolgente lettura dello stupro: “nel film la violenza mi libera”

Elle è un film del 2016 diretto da Paul Verhoeven e con protagonista Isabelle Huppert, presentato al Festival di...

Blanca dove è ambientata? Le location liguri della fiction Rai

Siamo tutti pazzi per Blanca, detective story in sei episodi targata Rai che porta il nome della sua protagonista,...

Fino alla verità: storia di due sequestri – recensione della serie Netflix

Disponibile su Netflix dal 23 novembre 2021, Fino alla verità: storia di due sequestri è una nuova serie che...

Block title

Troppi piedi nei film di Tarantino? Il regista fa notare che non è l’unico a usarli…

Quentin Tarantino difende il gran numero di piedi presenti in ogni suo film, un marchio con cui gli appassionati di cinema hanno ormai fatto pace, ma non mancano i detrattori che urlano al “feticismo”. Il premio Oscar ha recentemente pubblicato un romanzo, un’espansione dell’universo narrativo del suo nono film, C’era una volta a…Hollywood. Ha anche valutato la possibilità di ritirarsi dal cinema, prima di rilasciare il suo a lungo promesso decimo e ultimo film. Resta da vedere se Tarantino effettivamente seguirà i suoi piani pensionistici o se regalerà ai fan un ultimo addio. La trama dell’ipotetica decima fatica del regista è ancora un mistero, potrebbe essere tutto o niente. Una cosa è certa però: ci saranno un sacco di piedi.

Nel corso degli anni è stato più volte evidenziato questo suo “strano attaccamento” alle riprese di piedi, soprattutto femminili. È un feticista? La risposta a questa dibattuta domanda ce la fornisce direttamente il regista, durante un’intervista con il magazine GQ. Alla domanda sulla sua presunta ossessione per i piedi, Tarantino sembrava leggermente infastidito, ma ha comunque offerto una risposta, in pieno stile “tarantiniano”:

Non prendo la cosa sul serio. Ci sono molti piedi, in molti film, di buoni registi. Questo è solo saper dirigere bene. Ad esempio, prima di me, la persona che è stata definita un feticista dei piedi è stato Luis Buñuel, un altro regista. Anche Hitchcock e Sofia Coppola furono accusati di feticismo.

Non sorprende che Tarantino si definisca un “buon regista”, affianco il suo nome a quelli di Bunuel e Hitchcock. D’altro canto, non è mai stato accusato di modestia. È interessante però la menzione a Sofia Coppola, regista donna e sua contemporanea, quasi come a volersi difendere da un’accusa di sessismo o per mostrare che una regista moderna come la Coppola effettua le sue stesse scelte registiche.

Di seguito vi lasciamo un video che mostra tutte le scene con dei piedi in primo piano in C’era una volta a…Hollywood.

ViaSR

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Elle – Isabelle Huppert e quella sconvolgente lettura dello stupro: “nel film la violenza mi libera”

Elle è un film del 2016 diretto da Paul Verhoeven e con protagonista Isabelle Huppert, presentato al Festival di...

Articoli correlati