che bella giornata, cinematographe.it

Dopo il grande successo di Cado dalle nubi, Checco Zalone è tornato nel 2011 con un nuovo esilarante film, diretto da Gennaro Nunziante. Intitolato Che bella giornata, il film racconta la storia di Checco, un buttafuori in una discoteca brianzola che sogna di entrare nelle forze dell’ordine. Si trasferisce così a Milano per diventare un addetto alla sicurezza del Duomo. Qui conosce Farah, una ragazza araba che si finge studentessa per avvicinarsi alla Madonnina e collocare lì una bomba terroristica. Checco accetta le avances di Farah, che non conosce le sue vere intenzioni.

Oltre a Checco Zalone, Che bella giornata vede nel cast anche Nabiha Akkari nei panni di Farah, Tullio Solenghi nelle vesti del Cardinale Rosselli, Rocco Papaleo e uno speciale cameo di Caparezza che interpreta se stesso esibendosi in Sarà perché ti amo e nella sua iconica Vieni a ballare in Puglia. Infine la compagna di Checco Zalone, Mariangela Eboli, interpreta la cugina Susi, che canta insieme a Caparezza Non amarmi. 

Che bella giornata: quanto ha incassato il film con Checco Zalone?

che bella giornata, cinematographe.it

Il primo giorno al cinema, Che bella giornata ha incassato al botteghino 2,62 milioni di euro, diventando il terzo incasso migliore di sempre, dopo Spider-Man 3 e Harry Potter e il principe mezzosangue. Il secondo giorno invece supera i 6,64 milioni di euro, battendo anche Avatar e la saga di Harry Potter. Dopo tre settimane al cinema ha anche superato il successo di Roberto Benigni La vita è bella, con più di 30 milioni di euro. Infine, la pellicola ha incassato in totale più di 43 milioni di euro superando anche Titanic, che aveva il primato del record di incassi dal 1997.

Nonostante questo però, con questo film Checco ha guadagnato solo quello che da contratto avrebbe riscosso, senza alcuna provvigione. Lo stesso attore ha ammesso che non avrebbe avuto guadagni aggiuntivi in base al successo economico al botteghino, perché “Non ho un contratto indicizzato ai guadagni del film, non sono previste provvigioni. Un successo del genere non era prevedibile. Va bene così, i soldi non sono tutto nella vita, l’importante sono le soddisfazioni”.

Leggi anche Quanto ha incassato La grande bellezza al box office? Tutti i numeri del film di Paolo Sorrentino