Premio alla carriera per Dario Argento al RFF

Da leggere

Chi è questa bambina? È un’irresistibile svampita, ha una gemella molto diversa e sa essere un’amica eccezionale

Attrice, doppiatrice e produttrice televisiva statunitense, ha per anni pensato di seguire le orme del padre, medico, laureandosi in...

Space Jam: A New Legacy, ci sarà anche Michael Jordan?

Don Cheadle conferma che in Space Jam: A New Legacy ci sarà anche Michael Jordan! Da quando è stato annunciato...

Michele Morrone di 365 giorni e le offese shock a Belen Rodriguez: ecco perché non sarebbe il suo prototipo di donna

Michele Morrone ci va giù pesante a chi gli chiede se si fidanzerebbe un giorno con Belen Rodriguez. L’attore...

Iniziata il 16 dicembre, prende il via la XIX edizione del Roma Film Festival, presieduta e diretta da Adriano Pintaldi, evento durante il quale il maestro italiano dell’horror Dario Argento ha ricevuto il Premio alla Carriera.

Dopo Franco Zeffirelli, Stefania Sandrelli e Christian De Sica, quest’anno il RFF dedica una retrospettiva e un omaggio al regista di Profondo rosso, realizzato in collaborazione con Wonderland Rai4 che dedicherà una puntata al regista che andrà in onda il prossimo 9 gennaio.

“Il giovane Argento” è un omaggio che vuole proporre un ritratto di un grande cineasta conosciuto e acclamato in tutto il mondo. Verrà raccontata la lunga carriera di Dario Argento, soprannominato maestro del brivido.

La retrospettiva, realizzata in collaborazione con il Centro Sperimentale – Cineteca Nazionale, che si svolgerà presso il Cinema Trevi di Roma fino al 21 dicembre, è composta da film quali Profondo Rosso, del quale verrà proposta una versione restaurata proprio dalla Cineteca Nazionale e che approderà in sala nel 2015.

In collaborazione con il Fantafestival, tra gli eventi collaterali è previsto la presentazione del libro di Cristiana Astori, Tutto quel blu, incontro che sarà moderato da Steve della Casa e preceduto dalla proiezione de L’autuomo di Marco Masi.

Sono oltre quindici i titoli in programma, alcuni appartenenti ai suoi primi anni dietro la macchina da presa, come L’uccello dalle piume di cristallo e Il gatto a nove code. Oltre al già citato e restaurato Profondo Rosso, si potranno ammirare: Le cinque giornate, il film più anomalo nella filmografia argentiana, un’incursione nella Storia, nella quale il regista non rinuncia a inscenare l’orrore e la crudeltà, in questo caso della guerra; Suspiria che gli valse una laurea honoris causa in tecnologia degli spaventi; Inferno, “tre madri” nascoste nei sotterranei di tre palazzi a Roma, New York, Friburgo, costruiti per loro da un architetto-alchimista, autore di un libro maledetto.

Il Roma Film Festival è organizzato con il sostegno del Ministero per i Beni e le attività culturali Direzione Cinema, della Regione Lazio, e in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale.

Ultime notizie

Chi è questa bambina? È un’irresistibile svampita, ha una gemella molto diversa e sa essere un’amica eccezionale

Attrice, doppiatrice e produttrice televisiva statunitense, ha per anni pensato di seguire le orme del padre, medico, laureandosi in...

Articoli correlati