Pet Sematary Cinematographe

Lo sceneggiatore Jeff Buhler non esclude l’idea di continuare a esplorare la mitologia di Pet Sematary in un progetto futuro

I fan di Pet Sematary e del romanzo originale di Stephen King, su cui è basato il film, sanno bene che il risultato della storia rende difficile la prospettiva di vedere future avventure della famiglia Creed, ma lo sceneggiatore Jeff Buhler non ha escluso l’idea di esplorare la mitologia del concept in un progetto futuro.

Abbiamo parlato della possibilità di realizzare dei sequel e, per la maggior parte, è sembrato che tutti pensassero al fatto che abbiamo raccontato la storia dei Creed” ha condiviso Buhler con Comicbook.com. “È difficile, ma sembra come se, con la traiettoria di questo film, avessimo fatto andare l’aereo contro una montagna. Semplicemente esplode“.

Pet Sematary ha una scena post credits?

La storia si incentra su una famiglia che si trasferisce in una fattoria nel Maine, scoprendo che il terreno nelle vicinanze ha l’abitudine di far risuscitare le cose morte. Quando una tragedia colpisce la famiglia, i Creed decidono di prendere misure drastiche per non perdere le cose che amano di più. La natura intrinseca della trama si basa sul fatto che il terreno ha una lunga storia che ruota attorno a eventi bizzarri (questi potrebbero essere gli elementi potenziali della storia da esplorare in futuro).

Al momento stiamo discutendo su un sacco di idee. Recentemente abbiamo parlato di approfondire maggiormente la mitologia della cittadina, questi rituali che presentano i bambini, la mitologia di Micmac, il cimitero, le origini, la vita di Jud” ha spiegato il filmmaker. “Non voglio promettere niente, perché non lo sappiamo. Non abbiamo nemmeno un’idea completa al momento“.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE