Perché Amanda Sandrelli non porta il cognome del padre? Il vero motivo vi sorprenderà!

Per quale ragione Amanda Sandrelli non porta il cognome del padre? Il motivo è davvero curioso!

Da leggere

Regé-Jean Page sarà il protagonista del reboot del film The Saint

Regé-Jean Page ha un nuovo ruolo come protagonista nel reboot di The Saint. Regé-Jean Page reciterà e produrrà il reboot...

Black Panther 2: un primo sguardo a sorpresa al sequel Marvel [VIDEO]

Un nuovo video che mostra il set di Black Panther 2: Wakanda Forever rivela un luogo familiare in fase...

American Horror Story 10: il trailer rivela una storia con vampiri e alieni

Il trailer di American Horror Story 10: Double Feature rivela che la nuova serie si dividerà in due storie...  American...

L’attrice e regista Amanda Sandrelli, ospite a Oggi è un altro giorno da Serena Bortone, è nata a Losanna, in Svizzera, nel 1964. Al momento del suo arrivo il padre Gino Paoli era già unito in matrimonio ad Anna Fabbri, dalla quale aveva da poco avuto il figlio Giovanni, e la madre Stefania era solo 18enne.

Ben presto Amanda Sandrelli ha avviato la sua carriera. Quando aveva 20 anni recitava già al fianco di due mostri sacri quali Massimo Troisi e Roberto Benigni in Non ci resta che piangere. Da lì un percorso artistico in costante ascesa, tra serie e miniserie televisive, a cui ha alternato l’impegno sui maggiori palcoscenici teatrali d’Italia.

Amanda Sandrelli: chi le ha attribuito il cognome

Amanda Sandrelli insieme a mamma Stefania

Il cognome lo ha ereditato alla nascita dalla madre Stefania, non, come in molti potrebbero pensare, perché Gino Paoli si sarebbe rifiutato di riconoscerla, tanto che, ad anni di distanza, Amanda ha desiderato acquisire il cognome paterno.

Il motivo alla base è decisamente più elementare. Come Stefania Sandrelli ha raccontato in più occasioni, fu proprio lei a scegliere di assegnare il suo cognome alla figlia in quanto all’epoca fu, invece, Paoli a stabilire il nome Amanda.

Primo piano Amanda Sandrelli

In una intervista concessa di recente al noto periodico Vanity Fair, Stefania Sandrelli ha ricordato l’episodio. Il cantautore era partito in quarta, desiderava chiamarla Paoli, al che poi lei gli ha detto di volerle dare il suo nome. Poi, lui aveva già puntato su Amanda, un nome che le stava un po’ antipatico. Ciò poiché era quello di una sua compagna di scuola bulla, che la picchiava in continuazione.

Così i due sono scesi ad un compromesso. La faccenda – ha aggiunto Stefania – non l’ha digerita granché bene Gino Paoli: come tutti gli uomini, intendeva comandare.

Leggi anche Avete visto la nuova casa di Josh Brolin? È a misura di famiglia allargata e un dettaglio rivela una sua grande e insolita passione

Ultime notizie

Regé-Jean Page sarà il protagonista del reboot del film The Saint

Regé-Jean Page ha un nuovo ruolo come protagonista nel reboot di The Saint. Regé-Jean Page reciterà e produrrà il reboot...

Articoli correlati