Pedro Almodóvar - cinematographe.it

Pedro Almodóvar pospone il suo lavoro sull’adattamento del romanzo La donna che scriveva racconti per dedicarsi a un nuovo film, scritto in quarantena

Cambio di programma nell’agenda di Pedro Almodóvar. Il celebre regista aveva pianificato che il suo prossimo progetto sarebbe stato l’adattamento cinematografico del romanzo La donna che scriveva racconti (Manual para mujeres de la limpieza) di Lucia Berlin. Tuttavia, il confinamento deve aver scatenato la sua creatività e, in soli tre mesi e quasi contemporaneamente, ha scritto la sceneggiatura di Madres paralelas, un film che inizierà le riprese a ottobre con Penélope Cruz come protagonista, la sua grande amica e una delle attrici che ha interpretato al meglio la figura della madre nella sua lunga filmografia. Ambientato a Madrid ai giorni nostri, il film racconta la storia di due donne che partoriscono lo stesso giorno. Con questo film Almodóvar, reduce dal successo di Dolor y gloria, ritorna nell’universo del dramma femminile di titoli come Volver o Julieta.

Ma prima il regista girerà un cortometraggio con Tilda Swinton e in cui adatterà il monologo La voz humana di Jean Cocteau. Sarà la prima volta che girerà in inglese e anche la prima volta che terminerà due progetti nello stesso anno, qualcosa che non accadeva dal 1986, quando ha creato Matador e La legge del desiderio. L’adattamento del romanzo La donna che scriveva racconti, che ha annunciato come suo prossimo progetto, richiede un maggiore sforzo di produzione dal momento che sarà ambientato negli Stati Uniti, per cui sarà realizzato dopo.