Patty Jenkins: “Wonder Woman è un essere universale, un simbolo”

Da leggere

Freaks Out – il trailer del film di Gabriele Mainetti, in Concorso a Venezia 78

Freaks Out sarà in Concorso alla 78. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia Sono state rilasciate le nuove immagini ufficiali...

Box Office Italia: Old debutta al secondo posto, Black Widow ancora primo

Black Widow mantiene ancora la vetta del Box Office italiano Il box office settimanale (dal 19/07/2021 al 25/07/2021) parla chiaro:...

Assembled – Il dietro le quinte di Loki: la recensione del nuovo episodio

Come di consuetudine con tutte le serie Marvel su Disney Plus, arriva il dietro le quinte di Loki. L’episodio...

Visto l’attuale clima politico, è facile vedere Wonder Woman, il film di Patty Jenkins che debutterà quest’estate, con un’importanza diversa rispetto a quella che avrebbe avuto in un altro momento. Eppure, la regista del film non è sicura di come tutto questo influenzerà l’uscita del film, il primo live-action dedicato all’eroina della DC Comics, da sempre un’icona femminista.

Durante un’evento stampa a Londra, Jenkins ha parlato proprio di queste tematiche, soprattutto dell’ineguaglianza di genere:

“È interessante che questo sia stato un momento di discussione, nonostante chi ha vinto le elezioni. Sono stata cresciuta da una madre single e femminista, ma per chissà quale ragione, sono stata completamente protetta dalla realtà fino a non molto tempo fa. Cercando di intraprendere questa carriera, me ne sono resa conto e vivendo questo particolare momento sociale, penso che questo sia un argomento caldo in ogni momento”.

Patty Jenkins ha spiegato che Wonder Woman, arrivando nel mondo “degli uomini”, è confusa dal sessismo che incontra, per lei non ha contesto:

“È interessante e alla fine è anche divertente perché il sessismo arriva da lontano e lei non lo capisce proprio. Le chiedono ‘Indosserai quello in battaglia?’ e lei è completamente confusa. Detto questo, non sto facendo un film su una donna, sto facendo un film su Wonder Woman, che io amo e per me è una dei supereroi migliori che ci siano. L’ho trattata come un essere universale e credo che questo sia il prossimo step: fare sempre di più”.

La principessa delle Amazzoni ha avuto il suo debutto sul grande schermo nel 2016, nel film Batman v Superman. I membri principali della prossima Justice League hanno cominciato a fondersi in una squadra. La Diana di Gal Gadot è stata stabilita come un essere potente che ha avuto una lunga storia con il mondo degli uomini. Un’alleanza esitante che ha avuto inizio nella prima guerra mondiale. Questa teoria sarà esplorata in Wonder Woman. La sua storia, insieme con le storie di Batman e Superman, continuerà in Justice League in uscita quest’anno.

Gal Gadot sarà la  protagonista del film per la regia di Patty Jenkins. Nel cast anche Chris Pine, Robin Wright, Danny Huston, David Thewlis, Connie Nielsen, Ewen Bremner, Saïd Taghmaoui, Elena Anaya e Lucy Davis. La sceneggiatura è stata realizzata da Allan Heinberg e da Geoff Johns, su una storia di Zack Snyder e Allan Heinberg. Il film è prodotto da Charles Roven, Zack Snyder, Deborah Snyder e Richard Suckle, mentre i produttori esecutivi sono Rebecca Roven, Stephen Jones, Wesley Coller e Geoff Johns.

Il film debutterà nei nostri cinema il 1 giugno 2017.

 

Ultime notizie

Freaks Out – il trailer del film di Gabriele Mainetti, in Concorso a Venezia 78

Freaks Out sarà in Concorso alla 78. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia Sono state rilasciate le nuove immagini ufficiali...

Articoli correlati