Oscar 2021, napoli eden cinematographe.it

Napoli Eden è il documentario sull’artista Annalaura di Luggo

Napoli Eden, il documentario sull’artista Annalaura di Luggo diretto da Bruno Colella, supera la barriera d’ingresso al concorso degli Academy Awards ed entra nei titoli in gara agli Oscar 2021 come miglior “Feature Documentary”. Dopo aver svolto il percorso di qualificazione con proiezioni negli Stati Uniti ed aver ottenuto ottime recensioni, il documentario entra nella lista delle opere in corsa per le nomination dell’Academy, che saranno annunciate il 15 marzo 2021.

Il documentario è già vincitore di 8 Premi Internazionali, tra cui Miglior Documentario all’Impact DOCS Awards California 2020, all’Hollywood Gold Awards 2020, al Venice Film Festival 2020 e all’Age d’or International Arthouse Film Festival 2020 e di una Menzione Speciale della Giuria Critica ad Annalaura di Luggo al Social World Film Festival (Vico Equense) 2020. Napoli Eden è stato qualificato film d’essai ed è stato selezionato dal MAECI (Ministero degli affari Esteri) nell’ambito del “Progetto Promozione Paese Italia nel mondo” attraverso il Cinema di settore relativo all’arte, con proiezioni in tutti gli Istituti Italiani di Cultura all’estero a cura del MAECI.

Napoli Eden è il viaggio creativo percorso dall’artista Annalaura di Luggo nell’ideazione e creazione di 4 opere d’arte monumentali in alluminio riciclato, realizzate con la partecipazione di alcuni “scugnizzi” dei Quartieri Spagnoli e posizionate, come segno di riscatto, in luoghi simbolici di Napoli. Il progetto pone l’attenzione sulla necessità di salvaguardare l’ambiente e si fa portatore di messaggi positivi di rinascita etica e culturale facendo leva sull’inclusione sociale dei ragazzi dei Quartieri Spagnoli. Le opere sono state successivamente esposte anche agli Studios de Paolis di Roma (agosto 2020) e al Citylife di Milano (dicembre 2020-gennaio 2021).

Il documentario è prodotto da Annydi Productions e Annalaura di Luggo, con la regia di Bruno Colella, le musiche di Eugenio Bennato e la fotografia di Blasco Giurato. Con Annalaura di Luggo e la partecipazione di Francesco Gallo Mazzeo, Olindo Preziosi, Eugenio Bennato, Enzo Gragnaniello, Nino Frassica, Patrizio Rispo e i ragazzi dei Quartieri Spagnoli.

Leggi anche tutto quello che sappiamo sull’evento cinematografico dell’anno