Oscar Cinematographe
Scopri il nostro Shop Online

Kevin Hart ha declinato l’offerta di tornare a condurre la notte degli Oscar quest’anno, senza dare ulteriori spiegazioni

Anche se la dirigenza dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences e dell’ABC, la rete che trasmette gli Oscar, si sono rivelati disposti a riaccettare la “candidatura” di Kevin Hart come conduttore dopo alle controversie, l’attore non ne vuole sapere. “Ho chiuso. Non c’è motivo di parlarne ancora, non darò alcuna spiegazione a riguardo.”

Qualche giorno fa abbiamo infatti letto come l’Academy fosse ben disposta a rivedere la sua posizione sull’attore, prima licenziato per via di alcune battute omofobe, a patto che avesse chiesto lui stesso di riavere il lavoro. Una sorta di metodo per fargli ammettere le colpe? Non lo sappiamo, quello che sappiamo però è che ora l’Academy ha i giorni contati per trovare un conduttore per la notte degli Oscar 2019. Nemmeno Chris Rock vuole tornare a calcare il palco del Dolby Theatre.

La nomina di Kevin Hart come presentatore degli Oscar suscitò molte polemiche. Specialmente a causa di queste vecchie battute rinvenute su Twitter e su altre piattaforme social, emerse poche ore dopo l’annuncio. Inizialmente il suo verdetto sulla faccenda fu sprezzante, asserendo che in precedenza aveva già risposto in merito a questi ritrovamenti. Successivamente si è scusato, ma prima ha gentilmente declinato l’offerta dell’Academy.