One Tree Hill, Sophia Bush: “siamo stati controllati e manipolati sul set” [VIDEO]

La star di One Tree Hill, Sophia Bush, ha rivelato che lei e i suoi co-protagonisti sono stati controllati e manipolati sul set della serie.

Da leggere

Marvel: Sony annuncia due nuovi film per il 2023

La Sony continua ad ampliare il suo Universo di Personaggi Marvel. Altri villain di Spider-Man in arrivo? Il Sony Pictures...

Avete visto il padre di Ryan Reynolds? Era un poliziotto ed è morto di morbo di Parkinson all’età di 74 anni

Anche nelle vite di successo si possono nascondere grandi dolori. Lo sa bene Ryan Reynolds, uno degli attori più...

Spider-Man: No Way Home, la cover di Empire spoilera un nuovo villain?

La nuova cover di Empire Magazine dedicata a Spider-Man: No Way Home sembra confermare la presenza di un altro...

Block title

La star di One Tree Hill, Sophia Bush, ha rivelato le sue esperienze sul set della serie, affermando che lei e i suoi co-protagonisti sono stati controllati e manipolati

Una delle protagoniste di One Tree Hill, Sophia Bush, ha rivelato che lei e i suoi co-protagonisti sono stati controllati e manipolati sul set della serie. One Tree Hill è stata una delle serie TV per adolescenti più popolari di tutti i tempi. La serie si è concentrata principalmente sulla rivalità tra i fratelli Lucas (Chad Michael Murray) e Nathan Scott (James Lafferty). Interpretata anche da Sophia Bush, Hilarie Burton e Bethany Joy Lenz, la serie è andata in onda per 9 stagioni.

Nel 2017, la sceneggiatrice della serie Audrey Wauchope si è fatta avanti con accuse di molestie sessuali contro il creatore di One Tree Hill, Mark Schwahn. I membri del cast tra cui Bush, Burton e Lenz hanno scritto una lettera aperta a sostegno di Wauchope e condannando Schwahn per le sue azioni. Schwahn è stato anche accusato dello stesso comportamento sul set di The Royals di E!, che alla fine ha portato al suo licenziamento.

Bush, che ha interpretato la popolare cheerleader Brooke Davis in One Tree Hill, è apparsa di recente al podcast Chicks in the Office. Durante la sua intervista, ha riflettuto su come lei e i suoi co-protagonisti che erano adolescenti durante le riprese della serie, fossero stati trattati come degli adulti. Ecco alcune parole dell’attrice:

Ripensandoci, abbiamo sempre avuto questa lente dell'”adultificazione” messa su di noi con l’idea che dovevamo sapere tutto e avere tutte le risposte ed essere, in definitiva, professionali. Siamo stati considerati come delle pedine. Eravamo circondati da adulti di cui ci fidavamo, non capendo che ci controllavano e manipolavano di continuo, non volevano che ci avvicinassimo troppo tra noi perché pensavano che ci saremmo uniti e avremmo chiesto più soldi.

Di seguito il video del podacast con i commenti dell’attrice:

 

Leggi Anche – Crudelia 2: il regista Craig Gillespie parla di un potenziale sequel

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Marvel: Sony annuncia due nuovi film per il 2023

La Sony continua ad ampliare il suo Universo di Personaggi Marvel. Altri villain di Spider-Man in arrivo? Il Sony Pictures...

Articoli correlati