Oscar 2020, piccole donne cinematographe.it

Le Piccole donne di Greta Gerwig hanno ottenuto sei nomination, tra cui quella per il miglior film, ma gli Oscar 2020 continuano a trascurare il lavoro stellare delle donne alla regia

Prendendo spunto sia dai Golden Globes che dalla sua stessa storia, le nomination agli Oscar 2020 sono arrivate senza nemmeno una nomination per una regista nella categoria dedicata, anche se Piccole donne di Greta Gerwig ha ottenuto la nomination come miglior film. Si tratta della seconda presenza della Gwerwig nella più prestigiosa categoria degli Oscar (il suo lungometraggio d’esordio Lady Bird è stato nominato come miglior film nel 2018 e anche per la mihglior regia).

Un certo numero di registe, tuttavia, hanno conquistato l’attenzione dei premi in questa stagione, tra cui la Gerwig, Lulu Wang, Marielle Heller, Chinonye Chukwu, Kasi Lemmons e Melina Matsoukas.

Lorene Scafaria (Hustlers) e Alma Har’el (Honey Boy), escluse dagli Oscar 2020, si sono guadagnate il titolo di miglior regista agli Indie Spirit Awards, che si svolgeranno il giorno prima degli Academy Awards. È la stessa cosa che è accaduta l’anno scorso, quando l’Academy ha trascurato una serie di lungometraggi a regia femminile, tra cui Can You Never Forgive Me? della Heller, Leave No Trace di Debra Granik, Private Life di Tamara Jenkins, e You Were Never Really Here di Lynne Ramsay – che erano stati diffusamente acclamati e premiati in altre occasioni.

Ecco tutte le nomination della 92° edizione

Anche se Greta Gerwig non è stata nominata nella categoria miglior regista degli Oscar 2020, la filmmaker di Piccole Donne ha conquistato ben sei nomination, tra cui miglior film, miglior sceneggiatura non originale e miglior attrice protagonista.

Krysty Wilson-Cairns ha raccolto una nomination per la migliore sceneggiatura originale di 1917, diretto da Sam Mendes. Piccole donne è il terzo film che sia mai stato scritto, diretto e prodotto esclusivamente da donne, nominato come miglior film.

Gli altri due sono stati Winter’s Bone e The Piano. Nessun film diretto da donne è stato nominato nemmeno come miglior film d’animazione, e solo uno è riuscito a farcela nella categoria miglior film in lingua straniera: Honeyland, co-diretto da Tamara Kotevska. Più incoraggiante è la gamma dei migliori film documentari, che ha compreso quattro dei cinque titoli diretti o co-diretti da donne, tra cui Honeyland (un documentario macedone che ha ottenuto nomination in entrambe le sue maggiori categorie), American Factory (co- diretto da Julia Reichert), The Edge of Democracy di Petra Costa e For Sama (co-diretto da Waad Al-Kateab).

Solo una donna ha vinto, nella storia degli Oscar, il premio come miglior regista: Kathryn Bigelow, per The Hurt Locker del 2009, che ha anche vinto come miglior film e per la migliore sceneggiatura originale. Dopo la grande vittoria di Bigelow, nessuna regista è stata nominata nella stessa categoria fino al 2018, quando la Gerwig è stata nominata per il suo debutto alla regia, Lady Bird.
I vincitori degli Oscar 2020 saranno annunciati domenica 9 febbraio.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto


LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE