notturno Cinematographe.it

Gianfranco Rosi è il regista di Notturno, film che sarà presentato al Festival di Venezia 2020 per poi far tappa a New York e Toronto

In attesa di assistere all’anteprima mondiale in programma al Festival di Venezia 2020, Notturno di Gianfranco Rosi si gode l’en plein conquistato in Nord America. Il film è stato scelto per far parte della Selezione Ufficiale dei festival americani più importanti, tra cui il Toronto Film Festival e, ultimo in ordine di annuncio, il New York Film Festival.

L’appuntamento con il Lido è per l’8 settembre, quando il film verrà presentato in concorso alla Mostra del cinema, mentre l’uscita nelle sale è prevista per il giorno successivo attraverso 01 Distribution. Per quanto riguarda le vendite americane, ad occuparsene sarà invece Submarine Entertainment, con The Match Factory che invece si occuperà di quelle internazionali.

Notturno è stato girato nell’arco di tre anni in Medio Oriente, lungo i confini tra Iraq, Kurdistan, Libano e Siria. Racconta la quotidianità che si nasconde dietro guerre civili, invasioni e dittature, fino alle stragi rivendicate dall’Isis. Storie che, nella loro tragicità, non conoscono confini e risultano assai simili. Il “notturno” del titolo fa quindi riferimento a quel buio nel quale questi territori sono sprofondati da anni, dove però riesce ancora a farsi spazio un barlume di umanità e quindi di speranza.

Gianfranco Rosi ha firmato la regia, la fotografia ed il suono del film, mentre il montaggio è di Jacopo Quadri in collaborazione con Fabrizio Federico. Ricordiamo che Rosi, nel 2016, ha scritto, diretto e prodotto Fuocoammare, per il quale ha ottenuto l’Orso d’oro a Berlino per il miglior film e la candidatura all’Oscar come miglior documentario.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE