My Name is Sara Cienmatographe.it

My Name is Sara segna l’esordio alla regia di Steven Oritt ed è tratto dalla storia vera di Sara, una giovane tredicenne polacca vissuta durante l’Olocausto

Sarà presentato in anteprima mondiale durante la 49° edizione del Giffoni Film Festival, My Name is Sara, il film diretto da Steven Oritt e tratto da una storia vera. Il film segna l’esordio alla regia di un lungometraggio per il regista che, con i suoi precedenti documentari American Native e Accidental Climber è già stato premiato in diversi festival, conquistando un pubblico internazionale.

My Name is Sara è tratto da una storia venuta alla luce solo pochi anni fa, quella della giovane Sara, ragazza ebrea polacca che dopo aver perso tutta la famiglia durante l’Olocausto, riesce a sopravvivere spacciandosi per una cristiana ortodossa.

Il film racconta la vera storia della vita di Sara Góralnik, un’ebrea polacca di 13 anni la cui intera famiglia è stata uccisa dai nazisti nel settembre del 1942. Dopo un’estenuante fuga nella campagna ucraina, Sara ruba l’identità della sua migliore amica cristiana e trova rifugio in un piccolo villaggio, dove viene accolta da un contadino e dalla sua giovane moglie. Presto scoprirà gli oscuri segreti del matrimonio dei suoi datori di lavoro, che si aggiungeranno a quello ancora più grande che deve sforzarsi di proteggere: la sua vera identità.

Ad interpretare la protagonista di My Name is Sara sarà la giovane e esordiente attrice polacca Zuzanna Surowy, mentre accanto a lei troveremo Michalina Olszanska, già vista in I, Olga Hepnarová, The Lure e nello show Netflix 1983 di Agnieszka Holland, ma anche Eryk Lubos. Il film è prodotto con il sostegno della USC Shoah Foundation, una delle fondazioni più prestigiose sull’Olocausto, creata da Steven Spielberg durante le riprese di Schindler’s List. Il produttore esecutivo invece è Mickey Shapiro, figlio maggiore di Sara, venuto a conoscenza della storia di sua madre poco prima che la donna morisse.

My Name is Sara verrà presentato al Giffoni Film Festival domenica 21 luglio e alla proiezione saranno presenti il regista Steven Oritt, l’attrice protagonista Zuzanna Surowy e il produttore Mickey Shapiro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto