Mulan: l’uscita al cinema potrebbe non essere conveniente per la Disney

Mulan dovrebbe uscire nelle sale cinematografiche il 24 luglio 2020.

Un analista di Wall Street ha parlato del possibile spostamento dell’uscita di Mulan, che potrebbe arrivare direttamente su Disney+

L’analista di Wall Street Michael Nathanson, durante una conference call con Craig Moffett e Nick Del Deo ha parlato di un qualcosa d’importante che riguarda l’uscita di Mulan. La Disney ha spostato l’arrivo nelle sale cinematografiche del lungometraggio che uscirà il 24 luglio. Ma, secondo le analisi fatte da Nathanson, il film in sala potrebbe ottenere circa 500 milioni di dollari, la metà rispetto a quanto solitamente incassano i blockbuster della Casa di Topolino. Per questo motivo alla Disney potrebbe convenire maggiormente far uscire il film in digitale, o direttamente su Disney+. Al momento però la casa di produzione sembra aver confermato la data.

Mulan: il film live action della Disney avrà un sequel

Mulan è la storia di una giovane donna, figlia maggiore di un rispettato guerriero della Cina durante gli anni della dinastia Sui. La ragazza è sveglia, piena di energie, aggraziata, ma anche molto agile e determinata. Ormai giunta in età adulta, a Mulan viene imposto di sposare un uomo, scelto dalla famiglia e dalla mezzana per lei e, nonostante la giovane non si senta pronta per il matrimonio, accetta la decisione senza opporsi. Quando il Paese subisce un attacco dal nord da parte degli Unni, l’imperatore ordina che ogni famiglia contribuisca al bene della nazione mandando un uomo in guerra. Per evitare al padre, ormai anziano e malato, di arruolarsi nell’Armata Imperiale come unico maschio dei Hua, Mulan si traveste da uomo, combattendo con il nome di Hua Jun. La ragazza dimostra di essere una valida guerriera, ma il suo travestimento funzionerà davvero?

Tags: Disney

Articoli correlati