Monster Hunter: perché in Cina hanno boicottato il film?

Monster Hunter è stato oggetto di un acceso dibattito in Cina.

Da leggere

Secret Invasion: trovati due registi per la serie Marvel

Secret Invasion vedrà all'interno della storia il noto Nick Fury Secret Invasion è la nuova serie televisiva Marvel Studios, annunciata...

UCI Luxe sbarca anche a Roma al centro commerciale Maximo!

UCI Luxe è sinonimo di comfort (e non solo) per coccolare al meglio il pubblico UCI Luxe è una particolare...

Crudelia, a detta delle prime recensioni, è uno dei migliori live-action Disney

Crudelia è incentrato sulle origini dell'iconica antagonista de La carica dei 101 Crudelia è il nuovo film live-action de La...

La premiere cinese di Monster Hunter è stata cancellata a causa di battute ritenute razziste

Rilasciato in Cina questo fine settimana, l’adattamento di Monster Hunter ha dovuto affrontare una forte polemica che ha causato il ritiro del lungometraggio dalla grande maggioranza dei cinema cinesi. Come riporta Variety, la polemica è partita da uno scambio di battute tra due protagonisti del film, Tony Jaa e Josh Helman.

Questa sequenza, che dura circa 10 secondi, consiste in un gioco di parole davvero molto razzista. “Chinese, Japanese, dirty knees”, letteralmente “Cinese, Giapponese, ginocchia sporche”, una filastrocca dei paesi di lingua inglese usata per prendere in giro i bambini di origine asiatica. I personaggi coinvolti nella controversia solo il personaggio di Tony Jaa e Josh Helman. La polemica è nata anche dai sottotitoli di questa sequenza, che accentuano l’implicazione razzista. Gli spettatori hanno subito espresso la loro rabbia e la sequenza in questione è stata condivisa sui social, amplificando così la polemica. Il film è stato ritirato dal mercato cinese per poterlo modificare, tornerà sugli schermi in una versione tagliata.

Monster Hunter: Paul WS Anderson sta già scrivendo il sequel

Il produttore del film si è scusato per la controversa scena: “Non c’era assolutamente alcuna intenzione di discriminare, insultare o offendere in altro modo nessuno di origini cinesi. Constantin Film ha ascoltato le preoccupazioni espresse dal pubblico cinese e ha rimosso la battuta che ha portato a questo malinteso involontario”.

Anche il regista Anderson a porto le sue scuse. Il regista si è detto “devastato” e “mortificato” dal fatto che qualsiasi cosa nel film “abbia causato un reato non intenzionale. Non è mai stata nostra intenzione inviare un messaggio di discriminazione o mancanza di rispetto a nessuno. Al contrario, nel suo cuore il nostro film parla di unità”.

Si è scusato anche il rapper/attore asiatico-americano Jin Au-Yeung (alias MC Jin), il quale ha pubblicato un video sul suo account Instagram in cui dice che la situazione “mi sta divorando il cuore”.

Dietro al nostro mondo, ce n’è un altro: un mondo di mostri pericolosi e potenti che governano il loro dominio con micidiale ferocia. Quando il tenente Artemis (Milla Jovovich) e i suoi fedeli soldati vengono trasportati nel nuovo mondo, l’inarrestabile tenente vede una scioccante verità. Nella sua disperata battaglia per la sopravvivenza contro enormi nemici con poteri incredibili e attacchi inarrestabili, Artemis si unirà a un uomo misterioso che ha trovato il modo di combattere queste creature.

ViaCB

Ultime notizie

Secret Invasion: trovati due registi per la serie Marvel

Secret Invasion vedrà all'interno della storia il noto Nick Fury Secret Invasion è la nuova serie televisiva Marvel Studios, annunciata...

Articoli correlati