Addio a Michael K. Williams, star di Lovecraft Country e Boardwalk Empire

L'attore è stato trovato morto nel suo appartamento a Brooklyn dal nipote.

Da leggere

Paola Lavini: “Sono la Divina Maria Callas in TV e a teatro”

L’abbiamo vista nel film pluripremiato Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti sulla vita di Antonio Ligabue nel ruolo di Pina...

Ayla – la figlia senza nome: la storia vera del film di Can Ulkay

Ayla - la figlia senza nome è un film del 2017 diretto da Can Ulkay. Ambientato durante la guerra...

L’uomo dei Ghiacci: la spiegazione del film con Liam Neeson

Arriva Liam Neeson e con un pugno salva tutti. Più o meno. Diciamo che L'uomo dei Ghiacci fa un lungo giro...

Block title

Il divo ha partecipato a parecchi progetti sia in televisione che al cinema

Purtroppo, è arrivata la notizia della scomparsa di Michael K. Williams, noto attore del mondo televisivo e cinematografico, scomparso oggi, 6 settembre, all’età di 54 anni. Come riportato dal New York Post, l’uomo è stato trovato morto nel suo appartamento a Brooklyn, a New York, dal nipote. L’autorevole The Hollywood Reporter ha inoltre ripreso un comunicato della famiglia.

È con profondo dolore che la famiglia annuncia la scomparsa dell’attore nominato agli Emmy Michael Kenneth Williams. Chiedono di rispettare la loro privacy mentre sono in lutto per questa perdita insormontabile.

Michael Kenneth Williams ha fatto, nel corso della sua carriera, parecchie incursioni nel mondo televisivo: lo ricordiamo principalmente per aver partecipato a progetti del calibro di The Wire, dove ha incarnato Omar Little, Boardwalk Empire – L’impero del crimine nella quale ha prestato il volto ad Albert “Chalky” White, oltre ad essere uno dei protagonisti di Hap & Leonard, Leonard Pine, su ispirazione degli omonimi romanzi di Joe R. Lansdale. L’ultima sua apparizione in una serie è stata in Lovecraft Country, nei panni di Montrose Freeman.

Michael K. WilliamsPassando invece al mondo cinematografico, anche qui il divo si è destreggiato in parecchie produzioni, tra il mainstream e non. Cominciando dall’ultima interpretazione cinematografica, ovvero Motherless Brooklyn – Segreti di una città (2019), l’attore ha poi partecipato a Miracolo al Sant’Anna (2008), 12 anni schiavo (2012), Anarchia – La notte del giudizio (2014), Assassin’s Creed (2016) e molti altri ancora. A livello estetico, rimarrà sempre iconica la profonda cicatrice che gli attraversava il viso (che si vociferava si fosse procurato a 25 anni), che poi lo ha portato, probabilmente, ad interpretare, nel corso della sua vita artistica, parecchi ruoli da gangster. Ci uniamo al cordoglio di quanto lo hanno apprezzato e amato durante la sua lunga carriera.

Leggi anche Michael K. Williams vuole essere in Star Wars nonostante i precedenti conflitti

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Paola Lavini: “Sono la Divina Maria Callas in TV e a teatro”

L’abbiamo vista nel film pluripremiato Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti sulla vita di Antonio Ligabue nel ruolo di Pina...

Articoli correlati