Michael Bay sullo schiaffo di Will Smith: “Non mi interessa. Ci sono bambini che vengono fatti saltare in aria in Ucraina”

Michael Bay ha dichiarato di non essere minimamente interessato alla questione dello schiaffo di Will Smith e che Hollywood dovrebbe parlare di questioni più importanti, in primis la guerra in Ucraina.

Michael Bay non ha seguito in diretta la cerimonia degli Oscar 2022. Di conseguenza è venuto a sapere del famigerato schiaffo di Will Smith solo in un secondo momento. Nonostante il suo disinteresse per la serata, il regista è stato tirato in ballo nella questione, a causa della sua personale amicizia con Will Smith – ha diretto i due capitoli della saga Bad Boys. Bay, quindi, durante la promozione della sua ultima fatica, Ambulance – attualmente in sala – è stato chiamato a dire la sua in merito a quanto accaduto: “Prima di tutto, è sbagliato cominciare con questa domanda. Ma è tutto ciò di cui le persone parlano. E non mi interessa davvero. Hollywood diventa davvero egocentrica. Ci sono bambini che vengono fatti saltare in aria in Ucraina in questo momento. Dovremmo parlarne” – ha dichiarato ai microfoni di Deadline.

Bay, però, non si è limitato a commentare il gesto riprovevole dell’amico e collega, ma ha condiviso alcune opinioni generali sulla sua personale esperienza con Smith: “Ho lavorato con lui, non è quel ragazzo. Non l’ho mai visto perdere la calma in quel modo. Ho pensato che fosse uno scherzo perché ho visto il suo sorriso compiaciuto. Sono stato sul set con lui, quindi so quando Will scherza. È sempre stato in grado di cavarsela con le persone”. Il regista ha capito solo in un secondo momento che quanto accaduto non era previsto, nel momento in cui ha visto Smith gridare contro Chris Rock una volta tornato al suo posto.

Ambulance cinematographe.it

Yahya Abdul-Mateen II e Jake Gyllenhaal in una scena di Ambulance.

Cosa accadrà a Will Smith in seguito a quel gesto non è ancora chiaro. Dopo essersi dimesso volontariamente dall’Academy, l’attore ha perso molto ingaggi e gran parte delle produzioni in cui era coinvolto sono state fermate. Per motivi decisamente diversi, anche Bay non sta passando un bel periodo. Ambulance, action con Jake Gyllenhaal e Yahya Abdul-Mateen II, non sta infatti ingranando al botteghino, rimanendo confinato agli ultimi posti della top ten a causa anche di una concorrenza spietata, rappresentata soprattutto dai cinecomic The Batman e Morbius e – in Italia – dalla commedia Corro da te.

Leggi anche Will Smith si scusa con Chris Rock: “Ho sbagliato. Non c’è posto per la violenza in un mondo di gentilezza”

Articoli correlati