Meat Loaf – dal mistero della data di nascita, al malore nel 2016, alla morte per Covid: i dettagli dietro al tragico epilogo

Misteri e notizie choc hanno scandito la vita di Meat Loaf, fino all'ultimo dei suoi giorni.

Dotato di una voce formidabile, Meat Loaf ebbe una prolifica anche come attore

Nella serata di giovedì 20 gennaio 2022 si è spenta la rock star Meat Loaf, affiancato dalla moglie Deborah, come dichiarato dalla famiglia su Facebook. Le figlie Pearl e Amanda e gli amici intimi hanno avuto occasione di salutarlo nelle ultime 24 ore. Secondo quanto riferito dal portale TMZ, il cantante di Bat out of Hell sarebbe morto dopo aver contratto il Coronavirus. In passato aveva già avuto problemi di salute: su tutti, un malore nel 2006. Non è noto se l’artista fosse stato vaccinato.

Meat Loaf sorridente

Stando alle affermazioni dello stesso Meat Loaf, era nato il 27 settembre 1947, ma le le notizie sulla sua età sono cambiate negli anni. Difatti, nel 2003 mostrò a un reporter del quotidiano The Guardian un passaporto con un anno differente di nascita diverso (1951) e, successivamente, dichiarò di mentire in continuazione. All’anagrafe il suo nome era Marvin Lee Aday, finché, nel 2001, non passò da Marvin a Michael.

Nonostante alcune battute a vuoto nel corso della carriera (inclusa una bancarotta), Meat Loaf ha raggiunto un successo straordinario in ogni parte del mondo. Mosse i primi passi in ambito discografico verso la fine degli anni Sessanta, esibendosi con icone come Van Morrison. Dunque, recitò nel musical Hair per poi tentare la strada da cantante solista. I maggiori successi provengono dalla trilogia di Bat Out of Hell. Tanti i riconoscimenti ottenuti, tra cui il prestigioso Grammy Award per la canzone I’d Do Anything for Love (But I Won’t Do That).

Fight Club Meat Loaf

Oltre al suo principale lavoro, Meat Loaf ha portato avanti un’importante carriera di attore che lo ha visto coinvolto in una sessantina di film, tra i quali spiccano Fight Club con Edward Norton e Brad Pitt, Pazzi in Alabama di Antonio Banderas, Fusi di testa e Tenacious D e il destino del rock con Jack Black. Altrettanto memorabile la partecipazione a una puntata diretta da Dario Argento della serie tv americana Master of horror.

Leggi anche Buon compleanno Gabriel Match! Biografia, carriera e vita privata del sexy Harvey Specter di Suits

 

Articoli correlati