Max Croci Cinematographe.it
Scopri il nostro Shop Online

Addio a Max Croci, il regista di Poli Opposti è morto a Milano

Il regista lombardo, divenuto noto ai più per la regia di Poli Opposti, il film del 2015 con Luca Argentero e Sarah Felberbaum protagonisti, è venuto a mancare oggi, giovedì 8 novembre, all’età di 50 anni. Nato a Busto Arsizio, in provincia di Varese, l’11 ottobre 1968, era malato di cancro da molto tempo. Nell’ultima settimana le sue condizioni si erano aggravate. Croci si è spento oggi presso il Policlinico di Milano. I funerali si terranno sabato 10 novembre alle ore 14,00 presso la Chiesa dei Frati nella sua città natale Busto Arsizio.

A darne notizia è stato Francesco Castelnuovo durante la rubrica dedicata al cinema su Sky Sport 24.

Ha avviato la sua carriera nel 1995 realizzando dei cortometraggi come Queen Be, Rosso TigreGlamour Express. Negli anni 2000 inizia poi la sua collaborazione con Sky Italia, per cui realizza speciali (L’arte dei titoli di testaIl cinema di carta), promo e anche la priama stagione della sketch-comedy Una poltrona per due con Alessia Ventura.

Sempre lui è l’autore del documentario Moana, magnifica ossessione e del noir Lacrime nere. In questi anni il regista (ex illustratore e art director) continua la sua produzione di cortometraggi: il 2012 è l’anno di Countdown, il 2013 quello di Ladiesroom e La fuga (che si è aggiudicato due Nastri d’argento per le interpretazioni di Lunetta Savino e Alessandro Roja). Con Poli opposti Max Croci firma il suo primo lungometraggio al quale seguirà, nel 2016, il film Al posto tuo, mentre è del 2017 il suo terzo film, la commedia La verità, vi spiego, sull’amore con Ambra Angiolini, Massimo Poggio, Carolina Crescentini, Arisa, Edoardo Pesce.

Leggi anche Poli opposti: la spiegazione del finale del film con Luca Argentero