Martin Scorsese, dopo Toro scatenato: “Non mi importava fare un altro film”

Leonardo DiCaprio ha intervistato Martin Scorsese e Robert De Niro sull'iconico film del 1980!

Da leggere

Elle – Isabelle Huppert e quella sconvolgente lettura dello stupro: “nel film la violenza mi libera”

Elle è un film del 2016 diretto da Paul Verhoeven e con protagonista Isabelle Huppert, presentato al Festival di...

Blanca dove è ambientata? Le location liguri della fiction Rai

Siamo tutti pazzi per Blanca, detective story in sei episodi targata Rai che porta il nome della sua protagonista,...

Fino alla verità: storia di due sequestri – recensione della serie Netflix

Disponibile su Netflix dal 23 novembre 2021, Fino alla verità: storia di due sequestri è una nuova serie che...

Block title

Leonardo DiCaprio ha intervistato il regista Martin Scorsese e Robert De Niro per il Tribeca Film Festival

Il Tribeca Film Festival si è concluso domenica con un evento decisamente imperdibile! Per la serata di chiusura della celebre kermesse cinematografica si è optato per una retrospettiva sul film Toro scatenato con un video (preregistrato) in cui Leonardo DiCaprio intervista Martin Scorsese e Robert De Niro sull’iconico film del 1980. Il regista lo ha definito “il culmine di tutto ciò che avevo desiderato che fosse”.

“Non mi importava niente di cosa sarebbe successo, o se avessi fatto un altro film”, ha detto il regista premio Oscar. Protagonista del film Robert De Niro, con il quale il regista collabora da oltre 50 anni. L’ultima volta è stata per The Irishman, nel 2019, ma i due stanno attualmente girando Killers of the Flower Moon, anche con DiCaprio. “C’è fiducia tra di noi”, dice il regista in merito alla longeva amicizia con De Niro.

Il video in questione è stato registrato di recente sul set, in Oklahoma, di Killers of the Flower Moon. Il film è basato sul libro di David Grann ed è ambientato nell’Oklahoma degli anni ’20. L’atteso western di Martin Scorsese descrive il brutale omicidio dei membri della Nazione Osage, una serie di crimini che divenne noto con il nome de “il regno del terrore”. Robert De Niro si è infortunato sul set del film e, durante l’intervista video, teneva una gamba sollevata su uno sgabello.

Scorsese e De Niro hanno poi parlato del materiale originale su cui si basa Toro scatenato e del loro rapporto di lavoro: un’autobiografia di LaMotta da cui De Niro è stato subito attratto, ma Scorsese all’inizio era restio perché non amava lo sport, la complessità della produzione – comprese le scene di combattimento – e convincere la United Artists a lasciarli filmare in bianco e nero. “Non sapevamo se sarebbe andata bene. Ma sapevamo che era un film speciale”, ha detto De Niro.

L’attore ha fondato il Tribeca Festival con Jane Rosenthal nel 2001, per stimolare la rivitalizzazione economica e culturale di Manhattan dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre. L’edizione di quest’anno si è svolta dal 9 al 20 giugno, con proiezioni ed eventi in tutti i cinque distretti della città.

Toro scatenato è stato nominato per otto Academy Awards. Robert De Niro ha vinto l’Oscar come Miglior attore protagonista per la sua interpretazione di Jake LaMotta, un pugile le cui complessità psicologiche e sessuali sfociano nella violenza, sia dentro che fuori dal ring. Co-protagonisti Joe Pesci e Cathy Moriarty.

Leggi anche – Martin Scorsese contro la moderna industria cinematografica: “È inospitale per l’arte”

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Elle – Isabelle Huppert e quella sconvolgente lettura dello stupro: “nel film la violenza mi libera”

Elle è un film del 2016 diretto da Paul Verhoeven e con protagonista Isabelle Huppert, presentato al Festival di...

Articoli correlati