L’avete riconosciuto? Partecipò alla ricerca di un cadavere, fu sostituito più volte da Leonardo Di Caprio e la sua morte prematura è inaccettabile

É uno dei simboli della generazione X

Da leggere

Emily in Paris 2: le nuove immagini della serie celebrano il mondo del cibo e della moda

Emily in Paris 2 non ha ancora una data di uscita ufficiale Emily in Paris è la recente serie televisiva...

Il Signore degli Anelli: Elijah Wood confessa un episodio molto singolare

Elijah Wood ha parlato di un episodio molto divertente avvenuto durante le prime riprese de Il Signore degli Anelli. Nella narrativa...

Il ballo delle pazze: recensione del film di Mélanie Laurent

Mélanie Laurent torna alla regia con Il ballo delle pazze, un film tratto dal romanzo omonimo di Victoria Mas,...

A cavallo tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta era una delle maggiori promesse nel cinema. Come i fratelli (e pure di più), anche River Phoenix possiede una naturale vocazione per il mestiere di attore. Nato il 23 agosto 1970 in un piccolissimo comune dell’Oregon, esordisce davanti alle telecamere a 10 anni, in spot pubblicitari, serie e film televisivi.

River Phoenix: giovane per sempre

Una scena di Stand by Me con River Phoenix

Il successo bussa mentre è ancora un ragazzino, per via delle interpretazioni in film quali Stand by Me – Ricordo di un’estate. Nella pellicola è il dodicenne Chris Chambers: lui e i suoi amici, tutti sul punto di passare al ginnasio, si mettono in viaggio alla ricerca del corpo di un ragazzino morto, trovato fuori città da una banda di teppisti ma non denunciato.

Seguono le partecipazioni di River Phoenix a Mosquito Coast e Vivere in fuga, che gli vale, a soli 19 anni, una nomination al premio Oscar, categoria migliore non protagonista, e Indiana Jones e l’ultima crociata.

Dotato di un’innata naturalezza e vulnerabilità emotiva davanti alla cinepresa, accetta successivamente ruoli più complessi e “adulti” quali Belli e dannati, per cui vince la Coppa Volpi e un Indipendent Spirit Award, Dogfit – Una storia d’amore, Silent Tongue e Quella cosa chiamata amore.

Phoenix River

Niente e nessuno sembra fermare River Phoenix. E invece, nella sera di Halloween del 1993, appena 23enne, il ragazzo muore, stroncato da un’overdose di stupefacenti, che, di fatto, lo rende uno dei simboli più iconici della generazione X.

La tragica e improvvisa scomparsa non gli permette di impersonare vari personaggi per cui era già stato scritturato, compresi Arthur Rimbaud e Jim Carroll, rispettivamente in Poeti dall’inferno e Ritorno dal nulla. Entrambe le parti vanno a Leonardo DiCaprio, amico di River fuori dal set.

Leggi anche Avete mai visto Wes Bentley da bambino? È stato il classico “tipo strano”, ha avuto un padre omosessuale represso e ha dato la caccia a un killer

Ultime notizie

Emily in Paris 2: le nuove immagini della serie celebrano il mondo del cibo e della moda

Emily in Paris 2 non ha ancora una data di uscita ufficiale Emily in Paris è la recente serie televisiva...

Articoli correlati