L’avete riconosciuto? È stato un trentenne in crisi, ha sposato un’amica d’infanzia e ha prestato il volto a un mito della musica italiana

La sua storia d'amore è degna di un romanzo

Da leggere

The Challenge: tornato sulla terra il cast del primo film girato nello spazio

Sono terminati i lavori sulla stazione spaziale internazionale che si è trasformata nel primo set nello spazio per il...

Montgomery Clift e quell’incidente d’auto che compromise per sempre la bellezza e la carriera dell’attore

Ha debuttato a Broadway a soli quindici anni e fin da subito ottenne un grande successo. Per ben dieci...

Squid Game: 8 teorie fan svelano significati incredibili sulla serie Netflix

Squid Game è l'ultimo grande successo targato Netflix. La serie TV coreana è senza dubbio uno dei prodotti più...

Block title

Fu il suo primo lento, aveva 11 anni. Lei era troppo giovane per innamorarsi, ma l’emozione era stata troppo grande per essere dimenticata. Amici d’infanzia, oggi sono una delle coppie più apprezzate dello spettacolo italiano. Lei è Francesca Barra, lui Claudio Santamaria, il bambino ritratto nella foto. Ed è dell’attore capitolino che vi andremo a parlare, un fantastico interprete capace di strappare ampi consensi durante la carriera, attraverso prove memorabili.

Claudio Santamaria: da criminale a mito della musica!

The Millionaires - Claudio Sanataria

Claudio Santamaria nasce il 22 luglio 1974 a Roma. Si diploma al liceo adolescente, dunque lavora per un breve periodo nel doppiaggio prima di intraprendere il corso triennale di Acting Training, tenuto da Beatrice Bracco. Il debutto sul palco giunge con La nostra città, diretto da Stefano Molinari.

L’esordio cinematografico avviene nel 1997 con Fuochi d’artificio di Leonardo Pieraccioni. Da lì inizia la scalata, culminata nella interpretazione in film quali L’ultimo bacio. Qui è un trentenne in crisi, depresso a causa del padre malato e dell’abbandono da parte della fidanzata. La performance gli vale una nomination al David di Donatello, che vincerà molti anni più tardi grazie a Lo chiamavano Jeeg Robot d’acciaio.

Lu.Ca. - il debutto alla regia di Claudio Santamaria sigla l'unione tra Basilicata e Calabria

Negli anni Claudio Santamaria sperimenta diversi generi, dalla commedia al drammatico e al thriller, dimostrando ogni volta una versatilità rara. Il lungometraggio Passato prossimo di Maria Sole Tognazzi, ma soprattutto Agata e la tempesta di Silvio Soldini lo valorizzano appieno.

Scritturato nel fortunato Ma quando arrivano le ragazze? di Pupi Avati, si consacra definitivamente con Romanzo criminale di Michele Placido, basato sul caso della Banda della Magliana. Notevole il lavoro per la fiction tv Rino Gaetano – Ma il cielo è sempre più blu, in cui, al fianco di Laura Chiatti e Kasia Smutniak, impersona proprio il cantautore calabrese.

Leggi anche Lo avete mai visto David Schwimmer da bambino? Ha una passione sfrenata per i dinosauri, in amore è un grande imbranato ma ha fatto perdere la testa a migliaia di donne

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

The Challenge: tornato sulla terra il cast del primo film girato nello spazio

Sono terminati i lavori sulla stazione spaziale internazionale che si è trasformata nel primo set nello spazio per il...

Articoli correlati