Kevin Spacey nel ciclone: altri due uomini lo accusano di molestie

L'attore doppio Premio Oscar Kevin Spacey è ufficialmente nell'occhio del ciclone: altri due uomini lo accusano di molestie sessuali

Da leggere

Chi è questa bambina? È un’irresistibile svampita, ha una gemella molto diversa e sa essere un’amica eccezionale

Attrice, doppiatrice e produttrice televisiva statunitense, ha per anni pensato di seguire le orme del padre, medico, laureandosi in...

Space Jam: A New Legacy, ci sarà anche Michael Jordan?

Don Cheadle conferma che in Space Jam: A New Legacy ci sarà anche Michael Jordan! Da quando è stato annunciato...

Michele Morrone di 365 giorni e le offese shock a Belen Rodriguez: ecco perché non sarebbe il suo prototipo di donna

Michele Morrone ci va giù pesante a chi gli chiede se si fidanzerebbe un giorno con Belen Rodriguez. L’attore...

L’attore messicano Robert Cavazos e il regista Tony Montana sono usciti allo scoperto dichiarando che Kevin Spacey li ha molestati sessualmente; Montana ha raccontato che l’attore Premio Oscar ha afferrato i suoi genitali e ha dichiarato: “Questo è di mia proprietà”. Gli uomini hanno deciso di raccontare le loro storie dopo che la serie di Spacey House of Cards è stata interrotta da parte di Netflix successivamente all’accusa dell’attore Anthony Rapp, il quale ha raccontato delle insistenti avance sessuali fatte nei suoi confronti nel 1986, quando Spacey aveva 26 anni e lui solo 14.

Spacey ha pubblicato un messaggio di scuse, dichiarando di non ricordare gli eventi che Rapp ha descritto. È stato criticato per aver fatto coming out nello stesso momento accusandolo di aver tentato di seppellire le accuse agli occhi della stampa. Nessun rappresentante di Spacey ha immediatamente reagito alla richiesta di TheWrap – che riporta la notizia – per commentare le due nuove accuse.

Cavazos ha pubblicato su Facebook un post raccontando che Spacey ha fatto delle avance inadeguate verso di lui al teatro The Old Vic durante i suoi 12 anni come direttore artistico. “Ho avuto un paio di incontri spiacevoli con Spacey che erano al limite dell’essere considerati una molestia”, ha scritto Cavazos in spagnolo.

Infatti, se fossi una donna, probabilmente non avrei mai esitato ad identificarli come tali, ma credo che la mancanza di un’azione diretta o aggressiva mi abbia portato a giustificare l’incidente come una di quelle cose che succedono e basta.

Cavazos ha dichiarato che il comportamento inappropriato di Spacey era comune. “Ci sono molti di noi che hanno una storia su Kevin Spacey. Sembra che bastasse essere uomo sotto ai 30 anni perché lui si sentisse autorizzato a toccarti. Era così comune che si è trasformato in uno scherzo (molto brutto) tra di noi”.

Non riesco a ricordare quante persone mi hanno raccontato la stessa storia: Spacey avrebbe chiesto loro di incontrarsi per parlare della loro carriera. Quando arrivavano a teatro, trovavano un pic-nic splendido con tanto di champagne sul palco. Ogni storia varia sulla durata del picnic, ma il modello è sempre lo stesso. Era più comune trovare Spacey al bar del suo teatro, curvo su chiunque avesse attirato la sua attenzione. Questo è quello che è successo a me durante secondo incontro. Non ho mai lasciato che accadesse nulla, ma conosco alcuni che erano troppo spaventati per fermarlo.

Il teatro Old Vic ha rilasciato una dichiarazione martedì scorso dichiarando un “profondo sgomento” per le accuse contro Spacey e ha aperto una linea di ascolto riservata agli accusatori per presentare reclami e denunciare ogni attacco. “Un tale comportamento inadeguato da parte di chi lavora all’Old Vic è completamente inaccettabile”, ha dichiarato una nota del teatro. “Ci impegniamo a promuovere un ambiente sicuro e sostenibile senza pregiudizi, molestie o bullismo di qualsiasi tipo, a qualunque livello”.

Anche il regista Tony Montana ha detto a Radar che Spacey tentò di molestarlo al Coronet Pub nel 2003. Montana ha confermato la storia che ha raccontato a Radar con TheWrap.

Sono andato a ordinare un drink e Kevin è venuto verso di me, mettendomi un braccio attorno al collo. Mi stava dicendo di andare con lui, per lasciare il bar. Mi ha messo una mano con forza sul pacco afferrandomelo. Questo indica la proprietà, mi ha detto. Ho pagato la mia bevanda e mi sono allontanato, ma mi ha seguito nel bagno. L’ho buttato fuori dalla porta spingendolo. Uno dei suoi amici era in coda per entrare e gli ho detto che era il momento di portarlo a casa. Alla fine se ne sono andati.

Montana ha dichiarato di non aver parlato con nessuno dell’incidente, se non con il suo terapista, ma dopo che Rapp si è fatto avanti, ha deciso che era arrivato il momento di parlare.

Ultime notizie

Chi è questa bambina? È un’irresistibile svampita, ha una gemella molto diversa e sa essere un’amica eccezionale

Attrice, doppiatrice e produttrice televisiva statunitense, ha per anni pensato di seguire le orme del padre, medico, laureandosi in...

Articoli correlati