Kevin Feige dice no ai contratti a lungo termine per Marvel Studios

L'approccio contrattuale nei confronti degli attori del MCU è cambiato a detta del Presidente

Da leggere

Marvel: Sony annuncia due nuovi film per il 2023

La Sony continua ad ampliare il suo Universo di Personaggi Marvel. Altri villain di Spider-Man in arrivo? Il Sony Pictures...

Avete visto il padre di Ryan Reynolds? Era un poliziotto ed è morto di morbo di Parkinson all’età di 74 anni

Anche nelle vite di successo si possono nascondere grandi dolori. Lo sa bene Ryan Reynolds, uno degli attori più...

Spider-Man: No Way Home, la cover di Empire spoilera un nuovo villain?

La nuova cover di Empire Magazine dedicata a Spider-Man: No Way Home sembra confermare la presenza di un altro...

Block title

Kevin Feige ha cambiato le strategie di assunzione

Kevin Feige, Presidente leggendario di Marvel Studios, è una delle menti che ha messo su una delle macchine economiche cinematografiche più potenti del mondo dell’intrattenimento, ovvero il Marvel Cinematic Universe. L‘MCU è arrivato alla sua Quarta Fase che già nelle prime battute ha visto dei cambiamenti drastici a livello contenutistico, con tante nuove serie televisive di Disney + pronte ad arricchire il parco titoli de La Casa delle Idee. Oltre anche a della variazioni sul piano distributivo, però, sembra che Marvel Studios ha totalmente mutato anche la tipologia di contratto per i suoi beniamini.

Durante una recente intervista per The Hollywood Reporter, infatti, Kevin Feige ha spiegato che i contratti a lungo termine di anni fa, che prevedevano già dall’inizio diverse apparizioni delle singole star in molti progetti, hanno ora una natura diversa che è fondamentalmente variabile e contestuale a seconda del progetto di riferimento. Di seguito le parole del Presidente:

Ciò ha attirato molta attenzione come accaduto con con Scarlett [Johansson], e [Chris] Hemsworth, Evans e Sam Jackson. Ora il tutto è variabile. Varia, da progetto a progetto, da cast a cast. In realtà, ciò che vogliamo sono persone che entrano, sono entusiaste di essere nell’universo, sono entusiaste dell’opportunità di fare più cose, invece di essere bloccate in obblighi contrattuali.

Feige ha poi aggiunto che in futuro, all’interno dei contratti, vorrebbe inserire anche le apparizioni delle star (dei piccoli cameo fondamentalmente) nei parchi tematici come già accaduto da poco con Tom Holland nell’attrazione Web Slingers al Disney California Adventure Park. Il tutto sta quindi trovando una dimensione differente e forse, proprio in questi cambiamenti, che il Marvel Cinematic Universe vorrebbe trovare il segreto del proprio successo ancora una volta.

Leggi anche – Marvel, Kevin Feige: “Spero che Scarlett Johansson non dica addio al MCU”

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Marvel: Sony annuncia due nuovi film per il 2023

La Sony continua ad ampliare il suo Universo di Personaggi Marvel. Altri villain di Spider-Man in arrivo? Il Sony Pictures...

Articoli correlati