Kate Winslet: “Sono stata vittima di bullismo dopo l’uscita di un film”

"Ricordo di aver pensato 'Tutto questo è terribile e spero che passi presto'", ha dichiarato Winslet nel podcast di Marc Maron.

Da leggere

Nastri D’Argento 2021: Petra, Romulus e Il Commissario Ricciardi sono le serie dell’anno

In occasione della prima edizione dei Nastri D'argento Grandi Serie Internazionali, il premio serie dell'anno è stato assegnato a...

The Boys: la serie fa ironia sugli Emmy pubblicando la versione Vought di celebri show

Tramite il profile Twitter di Vought, l'immaginaria corporation presente in The Boys, sono state presentate le nomination ai Supies...

Ciro Priello: la sua imitazione di Stash dei The Kolors manda i fan in visibilio [VIDEO]

Ha vinto la prima edizione di LOL - Chi ride è fuori, e ora è pronto a togliersi altre...

Kate Winslet ha raccontato di quando, dopo l’uscita del suo film più famoso, è stata vittima di bullismo da parte della stampa britannica

Kate Winslet ha raccontato di essere stata bullizzata dalla stampa nel momento in cui, all’età di 21 anni, ha raggiunto il picco di notorietà planetaria grazie al successo di Titanic. “Dopo l’uscita del film sono entrato in modalità autoprotettiva“, ha detto Winslet all’interno del podcast WTF di Marc Maron. “Da un giorno all’altro le cose sono cambiate, come la notte e il giorno. Sono stata sottoposta a molti giudizi personali, sono stata criticata e la stampa britannica è stata piuttosto scortese con me. Mi sono sentita vittima di bullismo, ad essere onesta“. Winslet, che in Titanic ha ricoperto il ruolo da assoluta protagonista al fianco di Leonardo DiCaprio, ha quindi aggiunto: “Ricordo di aver pensato, ‘Tutto questo è terribile e spero che passi presto’. Sicuramente quella fase è passata ma mi ha fatto capire che, se questo significa essere famoso, io sicuramente non ero pronto per essere famosa“.

Leggi anche: Avete mai visto la villa di Leonardo DiCaprio? Ecco come l’attore di Titanic ha salvaguardato la sua privacy

Dopo essere divenuta celebre a livello internazionale, Winslet non non ha sfruttato il successo di Titanic per continuare ad ottenere ruoli di primo livello in film commerciali, scegliendo invece di prendere parte a produzioni indipendenti per migliorarsi ed affinare il proprio talento. “Stavo ancora imparando a recitare, sentivo di non essere pronta per fare molti grandi lavori ad Hollywood“, ha detto Wislet, continuando: “Non volevo fare errori e rovinare tutto, volevo esserci a lungo. Ho cercato strategicamente di trovare piccole cose in modo da poter capire un po’ meglio il mestiere e mantenere comunque un certo grado di privacy e dignità“. L’attrice ha infine spiegato che, dopo aver avuto sua figlia, all’età di 25 anni, il controllo nei suoi confronti da parte della stampa è piano piano svanito e lei si è potuta concentrare sulla sua famiglia. “Tutta quella roba è evaporata un po’” ha concluso Winslet. L’attrice è poi tornata a lavorare con il regista James Cameron un decennio dopo, recitando in Avatar e nei sequel che usciranno nei prossimi anni al cinema.

Sourcedeadline

Ultime notizie

Nastri D’Argento 2021: Petra, Romulus e Il Commissario Ricciardi sono le serie dell’anno

In occasione della prima edizione dei Nastri D'argento Grandi Serie Internazionali, il premio serie dell'anno è stato assegnato a...

Articoli correlati