justice league cinematographe.it

Gli attori di Justice League, Gal Gadot e Jason Momoa, si sono incontrati di recente e si sono scattati una foto

Justice League non è certamente stato il successo che la Warner Bros. e la DC speravano che fosse, ma due dei personaggi che sono stati protagonisti del cinefumetto sono evidentemente rimasti in ottimi rapporti, tanto da farsi un bel selfie-reunion durante un recente incontro. Sono Gal Gadot, interprete di Wonder Woman e Jason Momoa, che invece da il volto ad Aquaman.

Entrambi gli attori sono stati protagonisti del cinefumetto che ha coinvolto molti eroi DC, ma il loro destino non è stato un flop perché entrambi i loro film solisti sui personaggi che interpretano, rispettivamente Diana Prince e Arthur Curry, hanno avuto un grandissimo successo al botteghino e sono stati confermati per un sequel. Al momento infatti, Gal Gadot è al lavoro sulle riprese di Wonder Woman 1984 mentre Jason Momoa ha recentemente affermato che il secondo film sul suo personaggio, il re di Atlantide, sarà addirittura più grandioso del primo. Ecco la foto dei due attori:

Alimentato dalla sua fede e ispirato dall’atto altruistico di Superman, Bruce Wayne chiede l’aiuto della sua alleata ritrovata, Diana Prince, per affrontare un nemico ancora più grande. Insieme, Batman e Wonder Woman lavoreranno per trovare e reclutare una squadra di metaumani in grado di affrontare la pressante minaccia. Ma, nonostante la formazione di questa squadra di eroi senza precedenti composta da Batman, Wonder Woman, Aquaman, Cyborg e The Flash, potrebbe essere già troppo tardi per salvare il pianeta da un attacco di proporzioni catastrofiche.
Diretto da Zack Snyder, questo film segna il debutto sul grande schermo della Justice League con Ben Affleck, Henry Cavill, Gal Gadot, Jason Momoa, Ezra Miller e Ray Fisher.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto