Justice League: il cut di Zack Snyder era diverso dalla versione di Joss Whedon

Si torna a parlare del cut di Justice League di Zack Snyder. Dopo i recenti rumor al riguardo, Jay Oliva conferma la diversità della versione del regista.

Lo storyboard artist di Justice League, Jay Oliva, ha confermato che il montaggio finale del film, realizzato da Joss Whedon, era molto diverso rispetto alla storia che Zack Snyder aveva in mente di raccontare

Nel corso degli ultimi mesi, Zack Snyder è stato particolarmente attivo sui social media, soprattutto su Vero e Reddit, per discutere e rivelare ulteriori curiosità riguardo ai suoi tre film DC: L’uomo d’acciaio, Batman V Superman: Dawn of JusticeJustice League.

Attraverso ciò che ha postato, è stato reso chiaro il fatto che il regista aveva in serbo un grande piano cinematografico, che avrebbe compreso la narrazione di una storia mastodontica tramite vari adattamenti. Sfortunatamente, molti di questi riferimenti sono stati letteralmente ignorati, in quanto non sono sopravvissuti alla versione di Justice League che poi è uscita nelle sale, lasciando i fan abbastanza confusi. Si è iniziato, però, a ridiscutere di queste particolarità recentemente, quando ha iniziato a circolare un rumor secondo il quale Zack Snyder starebbe lavorando alla diffusione de suo cut del film senza la Warner Bros.

Jay Oliva ha lavorato con Zack Snyder durante la creazione della storia del film, e questo significa che l’artista era presente mentre il regista stava plasmando la sua visione della pellicola. Considerando che, la maggior parte delle volte, Snyder ha un piano completo prima di iniziare la produzione, possiamo dire che l’artista sapeva sicuramente, più o meno, come sarebbe dovuta essere la versione di Snyder. Tuttavia, proprio come Snyder, Oliva non è stato coinvolto nei reshoot e nella post-produzione del cinecomic, quindi fondamentalmente sa cosa è stato cambiato da Joss Whedon, rispetto a quello che Snyder aveva in mente.

Nel corso di un’intervista rilasciata a Revenge of the Fans, Jay Oliva ha parlato del cut di Snyder, e del movimento che è nato a supporto dell’uscita della versione del regista. L’artista, inoltre, ha ribadito quanto il montaggio finale del film differisca dalla visione iniziale di Snyder:

L’intero movimento è nato per ottenere l’uscita di questa versione. Non riguarda il finire il film, ma mostrare ai fan che direzione avrebbe preso la storia che Snyder aveva stabilito accuratamente ne L’uomo d’acciaio e Batman V Superman: Dawn of Justice.

Articoli correlati