Jonah Hill e quella dieta a base di sushi con cui perse 30 kg: l’attore svela i segreti del suo dimagrimento

Con una dieta a base di sushi (e tanta attività fisica) Jonah Hill ha bruciato 30 chili!

Conquistato il suo posto sotto le luci dei riflettori di Hollywood nel 2007 con Tre metri sopra il pelo, il grande pubblico è abituato a vedere Jonah Hill con una corporatura robusta. E così lo è stato, almeno nella prima parte della sua vita. Come raccontato in un’intervista a Ellen DeGeneres, una parte è ancora il ragazzino che faticava a relazionarsi coi coetanei proprio per l’aspetto fisico. Con il passare degli anni ha saputo, però, guadagnare maggiore autostima e oggi convive molto meglio con sé stesso. 

I segreti del dimagrimento di Jonah Hill

Jonah Hill dieta sushi - Cinematographe.it

Il fatto di essere salito alla ribalta con un determinato tipo di immagine ha creato a Jonah Hill alcuni scompensi sotto il profilo mentale. Ma non ha comunque rinunciato a perseguire la forma migliore. Su consiglio dell’amico e collega Channing Tatum, ha iniziato ad andare da un nutrizionista, affinché lo seguisse in ogni tappa del suo processo di dimagrimento.

Nel 2011 Jonah Hill è riuscito a perdere la bellezza di 30 kg grazie a un’attenta gestione dell’alimentazione e a regolare attività fisica. Ha diminuito in misura considerevole la pizza e la birra, mangiando, invece, parecchio sushi. Il piatto giapponese possiede, infatti, pochissime calorie: un rotolo da sei ne contiene dalle 200 alle 250.

Jonah Hill dieta sushi - Cinematographe.it

Oltre a ciò, Jonah Hill si è avvicinato a parecchi sport, tra cui il jujutsu, tecnica di combattimento giapponese che pratica tra le quattro e le cinque volte a settimana. Inoltre, va regolarmente in palestra e si concede delle sessioni di corsa. Attraverso un training completo e scelte più responsabili a tavola ha tagliato importanti traguardi. A prescindere dagli impegni in agenda, vi dedica sempre otto ore ogni settimana.

Jonah Hill cerca di tenersi in forma non per una questione di vanità o per ottenere altri ruoli nell’industria del cinema: dietro vi è il desiderio di avere un corpo più sano ed è determinato a perseguire questa strada!

Leggi anche Titanic, James Cameron rimpiange qualcosa? Ecco cosa cambierebbe il regista

Articoli correlati