Johnny Depp vs The Sun: l’attore ha perso la causa per diffamazione

Il giudice si è pronunciato contro Johnny Depp nella causa per diffamazione contro l'articolo del 2018 del tabloid The Sun., in cui veniva etichettato come un "picchiatore di mogli".

Il verdetto è stato sfavorevole nei confronti dell’attore, accusato dal Sun di essere un “picchiatore di mogli”

Il giudice Andrew Nicol si è pronunciato contro Johnny Depp nella causa per diffamazione dell’attore contro i giornali in mano a News Group, editore di The Sun, e l’editore del tabloid Dan Wootton, per un articolo del 2018 in cui veniva etichettato come un “picchiatore di mogli”. Nella sua conclusione il giudice ha scritto: “[…] Sebbene abbia dimostrato gli elementi necessari della sua causa per diffamazione, gli imputati hanno dimostrato che ciò che hanno pubblicato era sostanzialmente vero. Sono giunto a queste conclusioni dopo aver esaminato in dettaglio i 14 incidenti su cui gli imputati hanno fatto affidamento, nonché le considerazioni generali che il ricorrente ha presentato”.

La sentenza arriva settimane dopo diverse udienze, durate quasi 3 mesi, tenutesi presso la Royal Courts of Justice di Londra, durante le quali sono state avanzate accuse da entrambe le parti in merito alla torrida relazione tra la star di Pirati dei Caraibi e la sua ex moglie, l’attrice di Aquaman Amber Heard. Sia Depp che Heard hanno partecipato all’udienza e hanno testimoniato. Altri testimoni includevano amici dei due attori e i loro dipendenti, attuali ed ex. Sono state anche presentate numerose e lunghe dichiarazioni di testimoni, comprese quelle delle ex compagne di Depp Winona Ryder e Vanessa Paradis.

Leggi anche: Johnny Depp “inconsapevole” di essere violento per droghe e alcol

Nel diritto inglese spetta all’imputato, nei casi di diffamazione, dimostrare la verità delle accuse, dando così un vantaggio al ricorrente. I giornali del gruppo News, di proprietà di Rupert Murdoch, si sono basati sulle 14 accuse di violenza domestica contro Johnny Depp, che le ha descritte come “una bufala coreografata”. Il suo team legale ha affermato che era Amber Heard la vera molestatrice nella loro relazione. L’articolo incriminato è stato pubblicato sul The Sun il 27 aprile 2018, con il titolo: “Gone Potty: How Can JK Rowling Be ‘Genuinely Happy’ Casting Wife Beater Johnny Depp in the New Fantastic Beasts Film?”, che potremmo tradurre così: “C’è da uscirne matti (Go Potty è un’espressione usata in UK per indicare qualcosa di folle e irrazionale ndr): come può JK Rowling essere contenta del casting del picchiatore di mogli Johnny Depp nel nuovo film di Animali Fantastici?”.

Articoli correlati