James Bond non potrà mai essere giovane: i produttori “non riescono a immaginarlo”

I produttori della saga cinematografica di James Bond escludono degli attori giovani come sostituti di Daniel Craig.

Daniel Craig dovrà posare la sua licenza per uccidere dopo a No time to die, la sua ultima avventura nei panni del letale agente 007. Chi sarà il futuro interprete di James Bond? I produttori del franchise Barbara Broccoli e Michael G. Wilson sono alla ricerca del perfetto candidato, anche se il compito è lungo e difficoltoso. Però hanno le idee chiare: 007 non potrà mai essere troppo giovane.

James Bond: non è un paese per giovani

james bond 007 cinematographe.it

Secondo quanto riportato da Deadline, nonostante il processo di casting del nuovo James Bond continui senza l’immagine di un chiaro successore, il produttore del franchise Michael G. Wilson ha completamente escluso che il sostituto di Daniel Craig sarà un interprete più giovane. Non c’è dunque la volontà di “rivitalizzare” in qualche modo il franchise cinematografico di lunga data. Così lo ha spiegato nel quadro della celebrazione del 60° anniversario di James Bond al British Film Institute di Londra:

“Abbiamo già cercato attori più giovani in passato. Ma quando ce li immaginavamo nel ruolo non funzionava. Ricordate, Bond è già un veterano. Ha avuto una certa esperienza. È una persona che è già stanca, per così dire. E probabilmente è stato nel SAS o qualcosa del genere. Non è un ragazzo del liceo che puoi coinvolgere per iniziare da zero”.

Chiarito questo punto va ricordato che, alla fine dello scorso giugno, Barbara Broccoli ha affermato di voler “reinventare” la figura di James Bond per i futuri capitoli della saga, a cominciare dal 26esimo film, un processo che richiederà diverso tempo, circa “due anni” secondo la produttrice. Al momento però non è chiaro cosa sarà questa “rivoluzione” nell’immagine di Bond. Tra i candidati favoriti dai fan per prendere il posto di Craig ricordiamo che ci sono nomi come Henry Cavill, Tom Hiddleston, Tom Hardy e Regé -Jean Page.

Leggi anche James Bond, la produttrice ricorda l’angosciante incontro con Amy Winehouse “è stato molto triste”

Articoli correlati