Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio: recensione

Dopo il discreto successo di Biancaneve e il Cacciatore tornano sul grande schermo Chris Hemsworth e Charlize Theron nel prequel/Sequel Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio diretta da Cedric Nicolas-Troyan.

Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio nonostante il cast e le premesse non riesce ad accendere l’attenzione dello spettatore

Prima dell’arrivo di Biancaneve era Ravenna la più bella del reame e a comandare a fianco della perfida Regina c’era sua sorella Freya. Ma un terribile tradimento scosse proprio Freya che in preda al dolore acquisì il potere di controllare il ghiaccio. Gelando il suo cuore la strega decise di esiliare a nord iniziando un crudele piano di conquista: attaccare i villaggi vicini e rapire i bimbi trasformandoli con il passare del tempo nel suo temibile esercito: i Cacciatori. Tra questi combattenti c’erano Eric e Sara, i prediletti, che però contravvennero all’unico dettame della Regina: bandire ogni sentimento. Anni dopo Freya, venuta a conoscenza della disfatta di sua sorella per mano della giovane Biancaneve, invia il suo esercito a recuperare il potente specchio magico. Unico baluardo in grado di bloccare i suoi ex-alleati c’è proprio il cacciatore Eric pronto ad intraprendere una guerra contro la Regina per impedire che venga sprigionato lo spaventoso potere dello specchio.

Il Cacciatore e la regina di ghiaccio

Emily Blunt e Charlize Theron

Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio è un film di cui non sentivamo il bisogno, indubbiamente interessante a livello visivo la pellicola incappa in una sceneggiatura approssimativa e banale che attinge a piene mani nella filmografia di genere in maniera goffa e decisamente prevedibile, ricordando in molti momenti Il Signore degli Anelli, Il Trono di Spade, ecc.. A nulla servono battaglie e combattimenti intrisi di magia e action The Huntsman: Winter’s War non riesce ad accendere l’attenzione dello spettatore presentando una storia vista e decisamente narrata male non certamente aiutata dalla mano incerta dell’esordiente Cedric Nicolas-Troyan prestato alla regia dagli effetti visivi e, a dirla tutta, il poco talento dietro la macchina da presa è palese in quasi tutte le sequenze.

Huntsman

Chris Hemworth e Jessica Chatstain

Non basta nemmeno l’eccellente cast a salvare il film dalla debacle. Chris Hemsworth torna nei panni del Cacciatore e lo fa con una naturalezza e una sfrontatezza che ormai gli appartengono; ad accompagnarlo la bellissima Jessica Chatstain da il volto a Sara una donna forte e combattiva, un ruolo perfetto per l’attrice di The Martian i cui lineamenti duri la rendono una vera e propria guerriera. Dall’altra parte della scacchiera troviamo Emily Blunt che interpreta Freya, la Blunt ha un modo davvero originale di interpretare il personaggio della Regina Ghiaccio, attraverso sguardi intensi e momenti di disperazione mista a rabbia; il ruolo di Ravenna torna, ovviamente, nelle mani della stupenda Charlize Theron, un personaggio totalmente nelle sue corde che interpreta in maniera algida e regale, la Theron – grazie anche agli stupendi costumi – riesce a portare sullo schermo una Regina affascinante quanto crudele.

In finale Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio è una pellicola banale e poco interessante che ha dalla sua un cast di attori di prim’ordine e dei buon effetti visivi, il problema rimane però la sceneggiatura inconcludente e una regia malferma che fanno del già poco atteso sequel di Biancaneve e il Cacciatore un film decisamente da evitare.

Regia - 1.5
Sceneggiatura - 1.5
Recitazione - 2
Sonoro - 2
Fotografia - 2
Emozione - 1.5

1.8

Articoli correlati