Morricone Leone - Cinematographe.it

A partire da sabato 25 luglio, la RAI omaggerà Ennio Morricone e Sergio Leone trasmettendo i film nati dalla collaborazione tra il regista e il compositore

Sono trascorsi pochi giorni dalla scomparsa di Ennio Morricone, il compositore italiano che ha fatto sognare intere generazioni attraverso le colonne sonore di film che sono rimasti nella storia della Settima Arte anche e soprattutto per le musiche da lui composte. Le ore che hanno seguito l’annuncio della sua morte hanno visto milioni di persone tornare a riscoprire l’arte del Maestro, nonché alcuni aneddoti relativi alla sua vita privata, tra cui l’amicizia che lo ha legato a Sergio Leone al di fuori del contesto artistico. I due, infatti, si sono conosciuti tra i banchi di scuola e da lì non si sono mai separati: un rapporto che ha portato alla nascita di meravigliose colonne sonore che hanno accompagnato tutti i film di Leone, a parte l’opera che ne ha segnato l’esordio da regista, Il colosso di Rodi (1961).

Leggi anche: Editoriale | Morricone, la musica che non dimenticheremo mai

Ebbene, la RAI ha recentemente annunciato che omaggerà queste immense personalità della musica e del cinema italiano ed internazionale trasmettendo i cinque film che hanno fatto seguito a Il colosso di Rodi e che hanno anticipato C’era una volta in America, ultimo film diretto da Sergio Leone. In poche parole, sui canali RAI il pubblico potrà godersi i film appartenenti al genere Western che hanno consacrato Sergio Leone a livello internazionale.

L’appuntamento sarà per ogni sabato sera compreso tra il 25 luglio ed il 22 agosto: si inizierà con Per un pugno di dollari (1964) per poi proseguire con Per qualche dollaro in più (1965), Il buono, il brutto e il cattivo (1966), C’era una volta il West (1968) e finire con Giù la testa (1971).

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE