Guardini della Galassia - Cinematographe.it

James Gunn, che tornerà come regista per Guardiani della Galassia vol.3, ha spiegato cosa significano i tatuaggi che coprono il corpo di Drax

I due film usciti finora dei Guardiani della Galassia, diretti entrambi da James Gunn, non hanno rappresentato esattamente le storie più felici e gioiose dell’MCU. Nonostante abbia ballato al ritmo di una colonna sonora di altissimo livello, il pubblico è stato spettatore di storie drammatiche, tra cui il cancro di Meredith Quill e il sacrificio di Yondu. Adesso, grazie alle parole dello stesso James Gunn, le persone scoprono che anche i tatuaggi di Dave Bautista, aka Drax, nascondono una buona dose di drammaticità.

Leggi anche: James Gunn racconta il primo incontro tra Stan Lee e Tom Holland

Uno dei personaggi più amati del MCU ha infatti una schiena tappezzata di tatuaggi. Linee che, come ha appena rivelato il regista dei due Guardini della Galassia, non sono affatto casuali. Parlando della lunga routine di trucco richiesta dai film (cinque ore al giorno per il primo film, con il team che è stato poi in grado di eseguire un downgrade a 90 minuti), Gunn ha rivelato che quei disegni non erano legati alle vittorie di Drax nelle sue battaglie, ma sono in realtà un omaggio alla figlia e alla moglie decedute.

I film hanno finora introdotto il personaggio di di Dave Bautista come qualcuno pieno di rabbia e odio nei confronti di Thanos. La ragione? Il titano fu, indirettamente, responsabile della morte della sua famiglia, come rivelò il Dave a Gamora. E, come dice Gunn nel post:

Una scena che ho tagliato dal primo film mostra che i tatuaggi di Drax non riguardano le sue conquiste, ma i ricordi che ha con la sua famiglia: sua madre e suo padre durante la sua infanzia, il matrimonio con sua moglie, la nascita di sua figlia. Queste cose sono tutte nei disegni che si è tatuato.

Sebbene non siano state aggiunte ulteriori informazioni sul social network, un video disponibile su YouTube fa più luce su questa scena cancellata, che mostra un Drax ubriaco che dice a Rocket che i tatuaggi sono “la storia della mia vita”:

A questo punto James Gunn, che tornerà a dirigere il terzo film dei Guardini della Galassia, potrebbe scegliere di tornare sull’argomento per approfondirlo ora che ha svelato al mondo che cosa nasconde la schiena di Drax.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE